Schede madre

Possibili alternative: Chipset con Dual-Channel DDR400 per il Pentium 4

Pagina 1: Possibili alternative: Chipset con Dual-Channel DDR400 per il Pentium 4


Dual-Channel DDR400 a prezzi ragionevoli: SiS 655FX e VIA PT880

Dual-Channel DDR400 at reasonable prices: SiS 655FX and VIA PT880

Negli ultimi mesi è stato introdotto un nuovo elemento
nella corsa al desktop più potente. Oltre a CPU, hard disk e scheda grafica
se oggi vogliamo ottenere le massime prestazioni dobbiamo ricorrere a memorie
DDR dual-channel.

La ragione è semplice: oggi non ci sono alternative.
Mentre le memorie DDR hanno rappresentato un miglioramento radicale rispetto
allo standard SDRAM per l’ aumento dell’ ampiezza di banda, il successore delle
DDR non è ancora pronto per il mercato. La domanda di una banda di memoria
più ampia è stata soddisfatta dalle industrie con l’ uso in parallelo
di due canali a 64 Bit.

Le prime schede madri erano basate unicamente su memorie DDR266
(PC2100) ma, presto, sono state aggiunte dalla maggior parte dei produttori
le DDR333 (PC2700). Intel ha deciso di supportare solo Dual-DDR266 fino al lancio
del Pentium 4 a 800 MHz. Ovviamente l’ aumento del clock delle memorie a Dual-DDR333
è risultato nella perdita delle operazioni RAM in modalità sincrona
e ciò ha causato un aumento degli sforzi nella parte hardware senza ottenere
prestazioni superiori.

I chipset 865PE e 875P di Intel si adattano perfettamente all’
idea di memorie sincrone, visto che due canali dual data rate a 200 MHz (PC3200)
forniscono una velocità effettiva di 800 MHz in perfetta sincronia con
il FSB800. Sia SiS sia VIA supportano anch’essi questa modalità ma permettono,
grazie a configurazioni pseudo-sincrone, l’ utilizzo di altre modalità
di clocking delle memorie come un FSB400 con memorie Dual-DDR333. Ciò
risulta particolarmente utile perchè permette di upgradare il sistema
senza acquistare nuove memorie DDR a patto che si possiedano già due
DIMM uguali.

Sia SiS che VIA hanno impiegato un po’ per lanciare i loro
chipset ma ora i loro prodotti si adattano perfettamente alle esigenze del mercato.
Il SiS655FX incorpora un nuovo southbridge il SiS964 in grado di fornire otto
porte USB 2.0 e due porte Serial ATA. Il PT880 di VIA all’ apparenza sembra
molto simile ma ha alcune peculiarità che discuteremo al momento appropriato.

La domanda più importante è: "I nuovi chipset
sono in grado di soddisfare le nostre aspettative?". Considerando che entrambe
le compagnie Taiwanesi hanno avuto molto più tempo di Intel prima di
lanciare il loro chipset dual-channel ci aspettiamo almeno prestazioni identiche.
La mobo con il PT880 di VIA è un campione inviatoci dalla Soltek, mentre
quella con il SiS655FX ci è stata inviata direttamente dalla SiS.