Schede Grafiche

Potenza grafica OpenGL per Workstation

Pagina 1: Potenza grafica OpenGL per Workstation


Il SIGGRAPH mette fretta

SIGGRAPH Puts On The Pressure

Quest’anno tutto è cambiato. Fino a non troppo tempo
fa bisognava attendere circa tre mesi per vedere apparire sul mercato le versioni
Open GL dalle schede video mainstream. La bassa domanda in un periodo di ristagno
ha portato i produttori a un cambio di filosofia.

Il modello NV35GL OpenGL di NVIDIA usato nella Quadro FX 3000,
per esempio, è risultato pronto poco dopo il lancio del chip grafico
NV35 (GeForce FX 5900 Ultra) e giusto in tempo per la fiera SIGGRAPH.

ATi ha agito in maniera simile.

Il successo nel mercato delle schede video OpenGL non dipende
solo dall’equipaggiamento, ciò che conta veramente è l’affidabilità.
Gli utenti Workstation spesso pagano più del doppio per una scheda OpenGL,
nonostante l’hardware sia poco diverso dal suo equivalente mainstream. La grande
differenza infatti sta nello sviluppo dei driver.

Abbiamo trovato questo business un po’ dubbio: NVIDIA e ATi
hanno ridotto drasticamente i tempi di sviluppo per i driver?

Per questo test si confrontano sul ring la FireGL X2-256 di
ATi e la Quadro FX 3000 di NVIDIA . Oltre a questi prodotti di fascia alta,
abbiamo inserito alcune schede di costo inferiore, le Quadro FX 500 e FireGL
T2-128. Le FX
1000 e FX 2000
, e le
X1 e Z1
sono tuttora attuali e potrete confrontarle con i prodotti più
recenti.

Pagina 1: Potenza grafica OpenGL per Workstation

Indice