Storage

Presente e futuro di Western Digital

Presente e futuro in casa Western Digital

Di seguito un’intervista a Daniel Mauerhofer (EMEA Western Digital), che ci parla del presente e futuro dell’azienda leader nel mercato dello storage.

Roberto Buonanno: Come vanno le vendite in Italia, le vostre quote di mercato stanno crescendo? Avete firmato nuovi accordi con distributori per incrementare la vostra presenza in Italia?

Daniel Maurehofer: "Dall’estate scorsa abbiamo assistito a un buon incremento di market share per l’Italia. Non è stato semplice, ma le nostre energie riposte per il mercato Italiano stanno dando dei buoni risultati. Crediamo che per la prossima estate, saremo tra i maggiori produttori del mercato Italiano. Lo scorso Febbraio abbiamo effettuato tre road show ben riusciti. Abbiamo già pianificato altri 5 road show per il futuro. Per ora, i nostri distributori ufficiali sono Brevi, CDC, Ingram Micro, Bell Micro, Tech Data & eSys. Non abbiamo pianificato alcun cambiamento per il futuro."

 

R.B.: Abbiamo notato che la maggior parte dei produttori di notebook si basa ancora su hard disk da 4200 rpm. Questa scelta è una questione di prezzo, di dissipazione del calore o altro?

D.M.: "Il nostro WD Scorpio ha un grande successo tra gli OEM e funziona già a 5400 giri, producendo però la stesso calore e livello di rumorosità di un analogo modello da 4200 giri al minuto."

 

R.B.: Può elencare ai nostri lettori che cosa sta facendo WD per rendere questi drive più confortevoli (livello di rumorosità e dissipazione)?

D.M.: "I nuovi drive WD Caviar utilizzano la stessa tecnologia proprietaria descritta nella recensione di Tom’s Hardware Guide in cui si conclude che i WD Caviar SE sono "molto veloci e quasi del tutto silenziosi". Con la tecnologia WhisperDrive, per permette di utilizzare un design molto efficiente, il livello di rumorosità è minimizzato virtualmente sotto la soglia udibile dall’orecchio umano. La tecnologia SoftSeek utilizza invece degli algoritmi di ricerca per lettura e scrittura molto efficienti, che permettono al drive di operare molto efficientemente, riducendo così ancora di più la rumorosità.
Il livello di consumo energetico, grazie all’elettronica avanzata e il firmware, permette di raggiungere temperature operative molto più basse, rendendo il drive ancora più affidabile."

R.B.: In Italia abbiamo leggi ben precise riguardanti la sicurezza dei dati. Avete pianificato per il futuro l’adozione di tecnologie di criptazione, che possano rendere i dati protetti da occhi indiscreti?

D.M.: "Tutti gli hard disk WD Caviar utilizzano la tecnologia WD Lifeguard che si occupa del riconoscimento degli errori e fornisce alcune funzionalità di riparazione, che automaticamente rilevano, isolano e riparano le aree problematiche. Per quanto riguarda invece le tecnologie di criptazione, per ora WD non ha pianificato nulla."

R.B.: Quali sono le novità che ci aspettano quest’anno?

D.M.: "La politica dell’azienda è quella di non rivelare la propria roadmap. Tuttavia, potete aspettarvi novità dal punto di vista della capacità, SATA II, e nuovi prodotti retail per l’archiviazione esterna. Il nostro primo drive esterno sarà commercializzato questa estate."