CPU

Processori Intel Ivy Bridge in ritardo, ecco la verità

Processori Intel Ivy Bridge in ritardo? Intel cerca di smorzare i toni dopo le dichiarazioni di un proprio dirigente, che aveva parlato indicato giugno, in ritardo di otto/dieci settimane sui progetti iniziali, come data di uscita dei primi notebook basati sulla nuova architettura. “Le notizie su un ritardo di otto settimane sul debutto di Ivy Bridge sono inaccurate e il programma è stato cambiato solo di poche settimane“, ha dichiarato il portavoce dell’azienda Jon Carvill a Cnet.

“Ci aspettiamo di distribuire un volume superiore del 50% di unità di Ivy Bridge sul mercato nei primi due trimestri di produzione del 2012 rispetto a quanto fatto da Sandy Bridge nello stesso periodo di tempo l’anno passato”, ha aggiunto Carvill, evitando di citare l’ormai storico bug dei chipset, che sicuramente ha avuto un certo impatto sugli ordini dell’anno passato.

La verità, come sempre, sta nel mezzo e contrariamente a quanto si credeva, il debutto delle soluzioni Ivy Bridge nei settori mobile e desktop sarà scaglionato. La voce che si rincorre per esempio è che il ritardo riguardi principalmente i prodotti ULV, a basso consumo, per capirci quelli che dovrebbero essere all’interno degli ultrabook.

“C’è stata una domanda elevata di chip ULV e non avevamo i volumi richiesti se avessimo rispettato il periodo di debutto originale”, avrebbe dichiarato una misteriosa gola profonda di Intel a Cnet. Alcune indiscrezioni dall’Asia però suggeriscono che semplicemente Intel starebbe andando incontro ai produttori di portatili, che avrebbero in inventario ancora troppi portatili Sandy Bridge a causa della crisi economica.

Modello Core Thread Frequenza Frequenza Turbo cache L3 Grafica TDP
Core i5-3330 4 4 3 GHz 3.2 GHz 6 MB HD 2500 77 Watt
Core i5-3330S 4 4 2.7 GHz 3.2 GHz 6 MB HD 2500 65 Watt
Core i5-3450 4 4 3.1 GHz 3.5 GHz 6 MB HD 2500 77 Watt
Core i5-3450S 4 4 2.8 GHz 3.5 GHz 6 MB HD 2500 65 Watt
Core i5-3470 4 4 3.2 GHz 3.6 GHz 6 MB HD 2500 77 Watt
Core i5-3470S 4 4 2.9 GHz 3.6 GHz 6 MB HD 2500 65 Watt
Core i5-3470T 2 4 2.9 GHz 3.6 GHz 3 MB HD 2500 35 Watt
Core i5-3475S 4 4 2.9 GHz 3.6 GHz 6 MB HD 4000 65 Watt
Core i5-3550 4 4 3.3 GHz 3.7 GHz 6 MB HD 2500 77 Watt
Core i5-3550S 4 4 3 GHz 3.7 GHz 6 MB HD 2500 65 Watt
Core i5-3570 4 4 3.4 GHz 3.8 GHz 6 MB HD 2500 77 Watt
Core i5-3570K 4 4 3.4 GHz 3.8 GHz 6 MB HD 4000 77 Watt
Core i5-3570S 4 4 3.1 GHz 3.8 GHz 6 MB HD 2500 65 Watt
Core i5-3570T 4 4 2.3 GHz 3.3 GHz 6 MB HD 2500 45 Watt
Core i7-3770 4 8 3.4 GHz 3.9 GHz 8 MB HD 4000 77 Watt
Core i7-3770K 4 8 3.5 GHz 3.9 GHz 8 MB HD 4000 77 Watt
Core i7-3770S 4 8 3.1 GHz 3.9 GHz 8 MB HD 4000 65 Watt
Core i7-3770T 4 8 2.5 GHz 3.7 GHz 8 MB HD 4000 45 Watt

Per tutto questo insieme di cose, non suonano così strane le voci pubblicate dal sito SweOverclockers, in cui si cita l’otto aprile come giorno in cui saranno presentati solo i chipset Intel Z77, Z75, H77 e B75. Il 29 aprile Intel dovrebbe presentare le soluzioni quad-core desktop Core i5 e i7 e poi, il 3 giugno, l’azienda svelerà i chipset Q77 e Q75 insieme ai processori dual-core Ivy Bridge per desktop e settore mobile – sia per notebook tradizionali che per Ultrabook.

Il sito Xbit-labs invece parla di Core i7 quad-core desktop e mobile il 29 aprile, e di dual-core Core i5/i7 mobile e Core i5 quad-core per i desktop a giugno. Per i Core i3 invece bisognerà aspettare l’estate inoltrata. Come vedete tutto ruota attorno ad alcune date ormai sicure, così come sembra certo che prima del 29 aprile non sarà possibile recensire le nuove CPU.