Software

Protocollo di offuscamento in eMule 0.47b

La nuova versione di uno dei più popolari software open-source P2P, eMule 0.47b, rilasciata alcuni giorni fa, include il supporto per le connessioni "offuscate" provenienti dagli altri utenti del network (ed2k). Emule.it, ottimo sito-guida al popolare programma in italiano, spiega: "L'offuscamento del protocollo è una caratteristica di eMule che va incontro a tutti quegli sfortunati utenti rallentati o bloccati dal loro provider (es. Libero) che si sono presi la libertà di decidere cosa e quanto un loro abbonato può e non può fare. Se si attiva questa opzione eMule cerca di 'nascondere' i dati che invia e riceve quando comunica con altri client e server in modo da impedire che qualcuno, analizzando i pacchetti, possa riconoscerli come provenienti dal programma eMule. Questo sistema funziona però non è stato creato per rendere 'anonimi' o per rendere 'invisibili' anche perchè Emule richiede un collegamento diretto con ogni utente che possiede il file che si vuole scaricare. L'unico risultato dell'offuscamento è che i dati spediti sembreranno "random". L'offuscamento funziona per i protocolli ed2k TCP e UDP, Server TCP e UDP, Kad TCP. I pacchetti Kad UDP non sono ancora offuscabili causa retro-compatibilità".

eMule 0.47b con offuscamento:

Impostazioni. eMule (dalla versione 0.47b), supporta le connessioni offuscate di default. Se si è sicuri che il proprio provider (fornitore di servizio ADSL) non limiti in alcun modo eMule è possibile lasciare disabilitate tutte le caselle relative in opzioni – sicurezza. "Attiva il protocollo di offuscamento" va selezionato se si ha il sospetto che il software sia rallentato o bloccato dal proprio provider. eMule cercherà allora di stabilire collegamenti offuscati con gli altri client e con i server ogni volta che sarà possibile, mentre continuerà ad utilizzare il metodo normale con server e client ancora aggiornati alle nuove versioni. Attivare l'offuscamento non porta svantaggi rilevanti: un aumento insignificante dell'utilizzo del processore e una manciata di byte di overhead (cioè sprecati) nei collegamenti. "Permetti solo connessioni offuscate", blocca invece tutti i collegamenti con versioni di eMule precedenti alla 0.47b oppure con l'offuscamento disabilitato e con tutti i server non ancora aggiornati. È sconsigliata in Italia, almeno per il momento, in quanto nessun provider blocca completamente eMule e inoltre perchè ci vorranno alcuni mesi prima che gli utenti aggiornino in massa alla versione 0.47b o successive: si perderebbero gran parte delle fonti e la velocità di scaricamento ne risentirebbe. "Disattiva il supporto per le connessioni offuscate", non va mai selezionato in quanto danneggia anche tutti gli sfortunati che tentano l'offuscamento.

Interfaccia grafica. L'offuscamento lavora "dietro le quinte" perciò non vi sono cambiamenti nell'utilizzo quotidiano di Emule. È possibile usare la voce di menu contestuale "mostra dettagli" nelle liste fonti dei file in trasferimento, e per ogni client contattato si avranno le seguenti possibilità: Attivo: Se l'offuscamento con quell'utente è attivo; Supportato: se entrambi gli utenti supportano l'offuscamento; Non supportato o disabilitato: se l'utente contattato ha disattivato l'offuscamento o il suo emule non è aggiornato. Nella finestra server invece si potrà vedere, sul lato destro, se la connessione col server è effettivamente offuscata. Nella lista server invece si possono visualizzare, nell'ultima colonna sulla destra, i server che supportano l'offuscamento.