Schede madre

Pure Black P67 Hydra e X58, Sapphire punta su Intel

Sapphire ha presentato, per la prima volta in assoluto, schede madre basate su chipset Intel. L’azienda ha presentato la Sapphire Pure Black X58, una motherboard per processori Core i7 Intel socket LGA 1366. Questa scheda ha condensatori e componenti di alta qualità per consentire un overclock stabile. A tal proposito sono presenti tasti di Power, Reset e Clear CMOS, nonché punti in cui leggere le tensioni con il voltmetro.

La motherboard ha sei slot di memoria DDR3, due porte SATA 6 Gbps, cinque porte SATA 3 Gbps, audio HD 7.1 e Gigabit Ethernet. Non mancano porte USB 3.0. Sul fronte grafico abbiamo tre slot PCI Express 2.0 x16 (x16 – x8 – x8), un PCIe x4 e un PCI.

Sapphire Pure Black X58 – clicca per ingrandire

La seconda motherboard a debuttare è Pure Black P67 Hydra per processori Intel Core socket LGA 1155 basati su architettura Sandy Bridge (Intel Sandy Bridge: la seconda generazione di CPU CoreSandy Bridge, analisi dell’efficienza energetica). In questo caso, come potete intuire dal nome, è presente un chipset Hydra di Lucid Logix, che consente di smistare il carico di lavoro in configurazioni multi-scheda, costituite anche da schede di diversi produttori.

Oltre a questa caratteristica distintiva la Pure Black P67 Hydra – di cui l’azienda non ha rilasciato dettagli ufficiali – dovrebbe essere dotata di quattro slot DDR3, tre porte SATA 6 Gbps, quattro porte SATA 3 Gbps, due porte USB 3.0, eSATA e quattro slot PCI Express x16 (uno dei quali x4). Stando alle indiscrezioni completerebbero la dotazione l’audio HD 7.1, il dual Gigabit Ethernet e una porta FireWire. Presenti anche in questo caso i tasti di Power, Reset e Clear CMOS. 

Sapphire Pure Black X58 – clicca per ingrandire

Al momento non è chiaro quando le due schede arriveranno sul mercato, anche se Sapphire afferma che entrambe sono state ultimate e sono in produzione. Per questo motivo l’azienda non ha ancora reso noti i prezzi.