CPU

Qualcomm sfida Intel con i suoi nuovi chip Nuvia per notebook

Christiano Amon, il nuovo amministratore delegato di Qualcomm, ha parlato delle intenzioni dell’azienda relative ai propri processori basati su tecnologie sviluppate da Nuvia, startup che l’azienda ha acquisito all’inizio di quest’anno. Qualcomm prevede di lanciare chip per notebook con l’architettura di Nuvia il prossimo anno, ma non tornerà sul mercato dei chip per datacenter. Qualcomm proverà invece a concedere in licenza questi core ad altre società.

Qualcomm Nuvia

Nuvia è stata originariamente co-fondata da ex ingegneri Apple nel tentativo di costruire System-On-Chip (SoC) basati su ARM per i server. Sulla base delle simulazioni dell’azienda, il suo core Phoenix potrebbe offrire prestazioni di picco superiori almeno del 50% rispetto ai core Zen 2 di AMD e Sunny Cove di Intel a 1/3 di potenza (4,50W contro 14,80W) in Geekbench 5. Il core Phoenix potrebbe anche superare i core A13 Lightning di Apple, il che significa essenzialmente che la società ha affermato che il core era considerevolmente migliore dei core generici Cortex serie A di ARM che sono ampiamente utilizzati in smartphone, tablet e alcuni SoC orientati al PC.

In una recente intervista rilasciata a Reuters, Amon ha dichiarato:

Avevamo bisogno delle migliori prestazioni per un dispositivo alimentato a batteria. Se ARM, con cui abbiamo una relazione da anni, alla fine svilupperà una CPU migliore di quella che possiamo costruire noi stessi, avremo sempre la possibilità di ottenerne la licenza.

Il nuovo CEO di Qualcomm ha confermato che la società inizierà a vendere SoC Snapdragon basati su Nuvia per i PC always-connected di nuova generazione (ACPC) già dal prossimo anno. Tuttavia, non ha rivelato esattamente quando saranno disponibili i SoC destinati a smartphone e auto a guida.

Affrontare i PC Windows con i propri SoC ad alte prestazioni è una grande opportunità per Qualcomm. Questo mercato è enorme e i PC sono affamati di prestazioni, quindi i vantaggi in termini di performance per watt di Nuvia rispetto ai design x86 saranno importanti. Molte cose dipenderanno dall’esperienza utente fornita da Microsoft Windows 11 sui SoC ARM e dalla compatibilità con le app originariamente progettate per CPU x86, ma almeno sulla carta Qualcomm sembra essere in una buona posizione.

Photo: Qualcomm
Qualcomm Snapdragon Platform

Ma mentre Nuvia originariamente mirava ai data center con i suoi SoC, Qualcomm non prevede di rientrare in questo mercato dopo aver fallito con le sue CPU Centriq diversi anni fa. Inoltre, mentre l’ecosistema del software per data center compatibile con ARM è cresciuto negli ultimi anni, ora è più difficile competere in questo campo ora che ARM offre i core Neoverse.

Alla ricerca di un nuovo PSU per alimentare la vostra prossima GPU? Corsair RM750X, alimentatore modulare da 750W, è disponibile su Amazon.