Storage

Quali sono gli hard disk più affidabili? Ecco una classifica

Quale hard disk acquistare? Qual è quello più affidabile? Parlare di durata nel tempo nelle nostre recensioni è praticamente impossibile, perché per avere dati statisticamente rilevanti servono test su un lasso di tempo lungo diversi mesi o anni e soprattutto un campione di hard disk rilevante: centinaia se non migliaia di unità.

Così quando un'azienda impegnata nel settore del backup online come la statunitense Backblaze pubblica una disamina intitolata "What Hard Drive Should I Buy?" (Quale hard disk dovrei acquistare?), realizzata su un campione di oltre 25.000 hard disk, in gran parte di Seagate e Hitachi (più di 12mila ciascuno), ma anche di Western Digital (2838 unità), Toshiba (58) e Samsung (18), è interessante darle un'occhiata.

Due sono le premesse: la prima è di carattere informativo, perché è bene ricordare che la divisione HDD di Hitachi è nelle mani di Western Digital e quella di Samsung è stata acquisita da Seagate. La seconda riguarda Backblaze stessa: i suoi dati fanno riferimento al proprio ambiente, dove usa RAID di grandi proporzioni composti da hard disk consumer dai prezzi accessibili.

Già, perché Backblaze investe su tali soluzioni e non su modelli più costosi, modificando di continuo i propri sistemi alla ricerca del miglior rapporto prezzo per gigabyte. Così alcuni dei dischi che usa hanno quattro anni, altri un anno e così via.

"I dischi che non lavorano a dovere nel nostro ambiente sono i Western Digital Green da 3TB e il Seagate LP (low power) da 2TB. Entrambi hanno iniziato ad accumulare errori non appena sono stati messi al lavoro. Pensiamo che il problema sia collegato alle vibrazioni". Backblaze ha lavorato sul proprio "Storage Pod" (qui un video), il sistema dove alloggia i dischi, per ridurre le vibrazioni ma senza ottenere troppo successo.

"Questi dischi sono stati progettati per essere efficienti, con piatti che rallentano bruscamente quando non sono in uso. Nel nostro ambiente, rallentano frequentemente e poi accelerano. Pensiamo che questo provochi molta usura sul disco". Ed è così che è nato un grafico del tasso annuo di rottura, seguito da una tabella più dettagliata.

Tasso di rottura medio annuo

La situazione non è molto buona per il Seagate Barracuda da 1.5 TB, con un tasso di rottura del 25%, mentre la versione da 5400 RPM si comporta meglio (10%), seppur sia alto rispetto ai concorrenti. Sulle circa 2mila unità di Western Digital installate nei sistemi di Backblaze – i modelli Green e Red a basso consumo – il tasso di rottura è solo del 3/4%.

Lungo un periodo d'uso di tre anni solo tre quarti dei drive Seagate non ha dato problemi. Un gran numero di intoppi è emerso tra i 18 e i 24 mesi. Le unità WD sembrano dare grattacapi nei primi mesi, mentre le soluzioni Hitachi hanno problemi sul lungo periodo.

Modello Dimensione Numero di dischi Età media in anni Annual
Failure
Rate
Seagate Desktop HDD.15
(ST4000DM000)
4.0TB 5199 0.3 3.8%
Hitachi GST Deskstar 7K2000
(HDS722020ALA330)
2.0TB 4716 2.9 1.1%
Hitachi GST Deskstar 5K3000
(HDS5C3030ALA630)
3.0TB 4592 1.7 0.9%
Seagate Barracuda
(ST3000DM001)
3.0TB 4252 1.4 9.8%
Hitachi Deskstar 5K4000
(HDS5C4040ALE630)
4.0TB 2587 0.8 1.5%
Seagate Barracuda LP
(ST31500541AS)
1.5TB 1929 3.8 9.9%
Hitachi Deskstar 7K3000
(HDS723030ALA640)
3.0TB 1027 2.1 0.9%
Seagate Barracuda 7200
(ST31500341AS)
1.5TB 539 3.8 25.4%
Western Digital Green
(WD10EADS)
1.0TB 474 4.4 3.6%
Western Digital Red
(WD30EFRX)
3.0TB 346 0.5 3.2%
Seagate Barracuda XT
(ST33000651AS)
3.0TB 293 2.0 7.3%
Seagate Barracuda LP
(ST32000542AS)
2.0TB 288 2.0 7.2%
Seagate Barracuda XT
(ST4000DX000)
4.0TB 179 0.7 n/a
Western Digital Green
(WD10EACS)
1.0TB 84 5.0 n/a
Seagate Barracuda Green
(ST1500DL003)
1.5TB 51 0.8 120.0%

Secondo l'azienda i drive Seagate sono più inclini ad avere problemi in RAID – Backblaze non usa modelli concepiti espressamente per tale carico di lavoro, anche se ciò non sembra essere un problema per i dischi Hitachi. Le proposte dell'azienda nipponica spendono infatti solo lo 0,01% del loro tempo in un cosiddetto "trouble state", cioè in malfunzionamento, rispetto allo 0,17% dei prodotti WD e allo 0,28% di quelli Seagate.

Tasso di sopravvivenza dopo tre anni d'uso

Nel complesso, i dati di Backblaze suggeriscono che le unità di Seagate sono meno affidabili rispetto a quelle di altri produttori. Secondo Backblaze quindi, "se il prezzo fosse stato adeguato, avremmo acquistato solo hard disk Hitachi. Si sono dimostrati solidi e hanno raggiunto un tasso di rottura notevolmente basso". Ovviamente, e non smettiamo di ripeterlo, i dati riguardano un ambiente specifico. Qual è invece la vostra esperienza da utenti professionali o casalinghi? Con quale prodotto e produttore vi siete trovati peggio e cosa consigliereste? Fatecelo sapere nei commenti.