Schede Grafiche

Radeon HD 7000M, le GPU AMD saranno così?

Diffuse in Rete le presunte specifiche tecniche delle GPU per portatili Radeon HD 7000M. La futura serie di chip grafici AMD, attesa con i primi modelli nell’ultimo trimestre del 2011, dovrebbe essere basata sul processo produttivo a 28 nanometri.

AMD avrebbe, come al solito, intenzione di presentare una gamma di proposte ben articolata, con modelli per ogni budget ed esigenza di prestazioni. L’azienda dovrebbe proseguire nel suo cammino verso l’integrazione con il progetto Fusion – processori con grafica integrata sullo stesso die – e al contempo presentare quattro core dedicati.

Secondo le indiscrezioni Wimbledon sarebbe il nome in codice della GPU più potente della serie (fascia ultra high-end). Si tratterebbe di una soluzione DirectX 11, più veloce del 25 percento rispetto a Blackcomb (top di gamma della serie HD 6000M). Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, le voci di corridoio parlano di un bus a 256 bit, memoria GDDR5 tra 2 e 4 GB e TPD superiore ai 65 watt. Questa GPU dovrebbe essere prodotta nel secondo trimestre 2012.

Nella fascia immediatamente inferiore (identificata comunque come high-end) dovrebbe esserci il core Heathrow, una GPU che dovrebbe essere disponibile sia con bus a 192 che a 128 bit, memoria GDDR5 tra 1,5 e 3 GB, TDP tra 35/45 watt e prestazioni del 30 percento superiori a quelle del core Chelsea, la GPU di fascia inferiore. Questa GPU dovrebbe iniziare a entrare in produzione quarto trimestre di quest’anno.

Queste GPU mobile saranno capaci di gestire Crysis 2? Troppo presto per dirlo

Scendendo ancora la lista delle indiscrezioni troviamo appunto Chelsea, GPU di fascia “performance” con interfaccia di memoria a 128 bit, memoria GDDR5 da 1 GB o GDDR3 da 2 GB, TDP tra 20 e 30 watt e prestazioni superiori a Whistler, core di analoga fascia di prezzo della serie HD 6000M (40 nanometri). La produzione del core Chelsea dovrebbe partire nel quarto trimestre 2011.

Infine la fascia media, in cui dovrebbe posizionarsi Thames. Le indiscrezioni parlano di bus a 128 bit, memoria GDDR5 o GDDR3 da 1 GB, TDP di 15/20 watt e prestazioni del 100 percento superiori al core Seymour, soluzione di pari posizionamento della serie HD 6000M. La produzione di Thames dovrebbe iniziare nel quarto trimestre di quest’anno.

Trattandosi d’indiscrezioni, le informazioni pubblicate potrebbero essere soggette a cambiamenti, visti i mesi che ci dovrebbero separare da queste GPU. Inoltre i riferimenti ai core grafici della serie HD 6000M non dicono molto, dato che non li abbiamo ancora messi alla prova.

L’unica cosa che si può dare quasi per certa è il processo produttivo, a 28 nanometri. TSMC sta già lavorando con AMD e Nvidia per produrre i primi core grafici basati sul nuovo “nodo” dal secondo trimestre in avanti. Come abbiamo notato recentemente, il processo produttivo a 40 nanometri ha già espresso gran parte delle proprie potenzialità, indi per cui il passaggio ai 28 nanometri è obbligato.