Tom's Hardware Italia
Accessori PC e Gaming

Mouse Spectre

Pagina 3: Mouse Spectre
Prova delle periferiche da gioco di Razer ispirate a Statcraft II.

Mouse Spectre

Nessuna delle periferiche Razer StarCraft II rispetta il design e i colori tipici della compagnia, ma il mouse Spectre è forse il prodotto che si differenzia di più. Generalmente i mouse Razer sono neri con riflessi blu, e hanno un design curvilineo che talvolta spaventa i giocatori. Lo Spectre è un mouse da gioco, ma i suoi angoli appuntiti, le ridotte dimensioni e la mancanza di “curve” lo fanno diventare una pecora “grigia” all’interno della linea dei prodotti Razer.

Clicca per ingrandire

Se impugnate il mouse “a zampa” tenendo i polpastrelli sui due click e il resto delle dita inarcate sul dispositivo (al contrario dell’impugnatura a “palmo” per cui l’intera mano si appoggia completamente sul mouse), allora lo Spectre è stato progettato proprio per voi. L’impugnatura “a zampa” prevede che il palmo della mano sia interamente sollevato sulla struttura dello Spectre, dato che quest’ultimo è molto più piccolo rispetto ad altri mouse Razer, così la parte inferiore del palmo, vicino al polso, avvolge l’angolo dello Spectre. Una posizione leggermente scomoda.

Come la maggior parte delle proposte Razer, lo Spectre dispone di cinque pulsanti (sinistra, destra, due per il pollice e la rotellina). A differenza della maggior parte delle proposte Razer, lo Spectre ha un interruttore meccanico sul lato inferiore che regola la velocità del click sinistro. Dopo aver armeggiato con questo interruttore, possiamo dirvi che c’è una sostanziale differenza, ma è difficile da notare in caso di combattimento con un’ondata di Zerg.

Clicca per ingrandire

Il laser dello Spectre è lo stesso di molti altri mouse Razer 3.5G da 5600dpi. Questo vuol dire che lo Spectre funziona bene come tutti gli altri mouse, con tantissime possibilità di regolazione della sensibilità. Il software, uguale a quello della tastiera Marauder, è molto potente e conserva tutte le modifiche sulle macro e sulle performance, grazie alla nuova interfaccia ispirata a StarCraft II. Anche se l’illuminazione predefinita dello Spectre è blu, avrete a disposizione le stesse opzioni di personalizzazione della tastiera.

In ogni caso, questo mouse ci ha lasciato indifferenti. Il prezzo (79,99 euro) è lo stesso di altri mouse che sembrano più ergonomici, nonostante lo stile più tradizionale. Inoltre, rispetto agli altri suoi simili, lo Spectre è molto noioso. Gli angoli appuntiti sulla curvatura del mouse non si conformano perfettamente al palmo della mano e alla fine del nostro test siamo stati costretti a tornare ai nostri DeathAdder.

Clicca per ingrandire

Lo Spectre potrebbe essere adatto a chi usa il mouse con un’impugnatura “a zampa” e per chi ama gli accessori StarCraft II. In tutta onestà, fareste meglio a conservare il vostro mouse (o magari date un’occhiata ai DeathAdder, dato che sono i nostri mouse Razer preferiti).