Schede madre

Prestazioni con Ryzen Threadripper 2990WX

Pagina 4: Prestazioni con Ryzen Threadripper 2990WX

Passiamo alla punta di diamante della linea Threadripper, il 2990WX. Questo processore sacrifica frequenza dei core e potenza per aumentare il numero dei thread, avvicinandosi a raddoppiare le prestazioni del 1950X. Anche se non è un confronto diretto, questi test dovrebbero dare un’idea anche di come potrebbe funzionare il 2950X su questa stessa piattaforma.

A prima vista, i risultati dei test sintetici possono sembrare molto interessanti sia sulla X399M che sulla Professional Gaming, mostrando guadagni in tutti i carichi PCMark tranne quelli relativi all’archiviazione, Adobe CC e Microsoft Office. Il processore WX mostra tutti i suoi muscoli con Sandra, dimostrando una capacità di scaling eccellente sia nei carichi aritmetici che in quelli multimediali e facendo registrare punteggi quasi il 90% migliori del 1950X. In Cinebench vediamo invece un incremento prestazionale del 67%, tuttavia registriamo anche un calo del 50% nel benchmark crittografico e una banda di memoria del 42% inferiore. Nonostante le differenze di architettura dei due processori, la X399M riesce a stare davanti alla Fatal1ty Professional Gaming nella maggior parte dei casi.

I benchmark con i software mostrano un comportamento simile a quello di crittografia e banda di memoria, dove molti dei nostri programmi semplicemente ignorano l’abbondanza di core. I risultati migliori si hanno nei test Adobe After Effects e Blender CPU, mentre gli altri amano maggiormente la frequenza.

L’abbiamo già detto in passato ma lo ripetiamo: non vale la pena spendere 1900 euro per un 2990WX solamente per giocare. Certo, la piattaforma permette di giocare in tranquillità, ma non è quello per cui è stata progettata. Non molti dei giochi nella nostra suite di test (e non solo) usano i core aggiuntivi e le prestazioni sono bloccate dalla GTX 1080. Ashes of the Singularity vede le prestazioni ridotte circa del 40% a 1080p, e queste scendono ulteriormente quando il carico grafico aumenta.

Anche F1 2015 a 1080p fa segnare il 30% di prestazioni in meno con preset Ultra, tuttavia il 4K pesa più sulla CPU e la differenza è solo dell’8%. La X399M tuttavia è inferiore alla Fatal1ty nel 4K.

Metro Last Light Redux, a 1080p, condivide lo stesso destino degli altri titoli e il frame rate cala del 25-35%, anche se la Fatal1ty sembra riuscire a tenere un valore di FPS medio più alto (in questo test non abbiamo fattorizzato massimi e minimi). Il 2990WX ottiene buoni risultati solamente a 4K con preset Very High, dove le prestazioni sono limitate solo dalla potenza della GTX 1080.

In definitiva, pur essendo eccitati per la capacità di questa X399M di gestire a dovere il 2990WX, questo processore non è adatto alla nostra suite di test per schede madre. Anche considerando gli impressionanti punteggi fatti registrare nei test sintetici e i buoni risultati nei benchmark delle varie applicazioni, le prestazioni nei giochi affossano questa configurazione.