Tom's Hardware Italia
Monitor

Angoli di visione, uniformità, risposta e lag

Pagina 5: Angoli di visione, uniformità, risposta e lag
Angoli di visione Osservando i difetti fuori dagli assi del Dell S2719DGF, si nota subito che usa un pannello TN, tuttavia possiamo ritenerlo abbastanza valido se confrontato con altri display dello stesso tipo. C’è una tendenza al verde e una riduzione del 40% della luminosità sui lati, ma tutti gli step verso i colori più […]

Angoli di visione

Osservando i difetti fuori dagli assi del Dell S2719DGF, si nota subito che usa un pannello TN, tuttavia possiamo ritenerlo abbastanza valido se confrontato con altri display dello stesso tipo. C’è una tendenza al verde e una riduzione del 40% della luminosità sui lati, ma tutti gli step verso i colori più scuri sono chiaramente visibili. Se si osserva il monitor da un angolo di 45 gradi, si vedrà comunque un’immagine di qualità sufficiente. Anche la visuale dall’alto è migliore di quella di altri pannelli TN che abbiamo provato. Nonostante l’immagine sia slavata, è comunque possibile vedere tutti gli step di luminosità, dal chiaro allo scuro. Insomma, con questo Dell S2719DGF non dovrete rinunciare troppo alla qualità visiva per avere i vantaggi dei 155 Hz.

Uniformità schermo

La nostra unità di prova ha evidenziato alcuni punti critici (appena visibili) negli angoli. Li abbiamo visti nel modello di campo nero, ma a qualsiasi livello di luminosità più alto spariscono. Durante le sessioni di gioco, non abbiamo avuto nessun problema in grado di penalizzare il gameplay. Anche se siamo leggermente sotto la media dei prodotti che di solito testiamo, questo non è affatto un problema.

Risposta pixel e input lag

Nei monitor, sembra che una volta raggiunti i 144 Hz, la differenza nei tempi di risposta si riduca fino a essere quasi inesistente. Dal grafico si può vedere come i 165 Hz del PG27V non siano sufficienti a battere il Dell S2719DGF nel nostro test di transizione completa dal nero al bianco. Testando invece l’input lag, i tre migliori schermi si differenziano di un nonnulla. Crediamo che nemmeno i giocatori più abili siano in grado di vedere una differenza di 4 ms.

Questi grafici mettono in chiaro come i monitor che operano a 144 Hz o più siano avvantaggiati. Frequenze d’aggiornamento maggiori garantiscono un minore motion blur, quindi non avrete bisogno di luci stroboscopiche o un overdrive eccessivo per rendere tutto più fluido. Inoltre, l’input lag è sempre più basso a refresh rate alti. Il che è un bene, anche per i giocatori meno accaniti.