Schede Grafiche

Test GeForce GTX 1060, configurazione di prova

Pagina 3: Test GeForce GTX 1060, configurazione di prova

Test GeForce GTX 1060, configurazione di prova

La GTX 1060 si trova a suo agio maggiormente in Full HD, anche se in genere permette di giocare anche a 1440p con impostazioni di dettaglio attive. Per questo abbiamo provato la scheda a 1920×1080 e 2560×1440. Abbiamo potuto usare la maggior parte dei risultati prestazionali contenuti nella prova della RX 480 con tre eccezioni:

  1. La GeForce GTX 1060. Abbiamo usato i driver GeForce 368.64 dati da Nvidia alla stampa.
  2. La GeForce GTX 1070. Questa scheda non faceva parte dei test della RX 480 perché è molto più veloce. L'abbiamo aggiunta, dato che è il passo successivo alla GTX 1060. Per questo abbiamo nuovamente usato i driver 368.64.
  3. La Radeon RX 480. Dopo le nostre scoperte e il successivo driver correttivo di AMD, abbiamo dovuto rifare i test con i driver Radeon Software Crimson Edition 16.7.2. Generalmente questi driver aumentano leggermente le prestazioni.

Per le altre schede Nvidia GeForce abbiamo usato i driver 368.39, mentre per le Radeon R9 390 i driver Crimson Edition 16.6.2. Naturalmente il sistema su cui le abbiamo provate è rimasto costante. Dalla recensione della GTX 1080:

Anziché il nostro processore Core i7-5930K a 3.5 GHz (Haswell-E), usiamo un processore Skylake Core i7-6700K a 4 GHz. Questo ci restituisce due generazioni di miglioramenti dell'IPC (prestazioni per ciclo di clock) e 500 MHz in più sulla frequenza di lavoro per mitigare il collo di bottiglia che potrebbe insorgere. Ovviamente l'interfaccia LGA 1151 della CPU ci ha indotti a usare una motherboard differente. Ci siamo avvalsi della MSI Z170A Gaming M7 per tutti i benchmark con i giochi e abbiamo usato un kit G.Skill F4-3000C15Q-16GRR composto da quattro moduli da 4 GB DDR4-3000. L'SSD Crucial MX200 rimane dalla precedente configurazione di prova, così come il dissipatore Noctua NH-12S e l'alimentatore be quiet! Dark Power Pro 10 da 850 watt.

Abbiamo sostituito anche il sistema operativo, passando da Windows 8.1 a una versione pulita di Windows 10 Professional e una nuova suite di giochi composta da un mix di generi e titoli DirectX 12 specifici.

Anche per questo articolo abbiamo dovuto usare schede video personalizzate dai partner. Ecco le specifiche tecniche:

  Freq. Core / memoria effettive Freq. Core / memoria riferimento
Nvidia GeForce GTX 1060 1506/2000 MHz 1506/2000 MHz
Nvidia GeForce GTX 1070 1506/2000 MHz 1506/2000 MHz
AMD Radeon RX 480 1266/2000 MHz 1266/2000 MHz
MSI R9 390X Gaming 8G 1080/1500 MHz 1050/1500 MHz
MSI R9 390 Gaming 8G 1040/1500 MHz 1000/1500 MHz
MSI GTX 980 Gaming 4G 1190/1752 MHz 1126/1752 MHz
Gigabyte GTX 970 G1 Gaming 1178/1752 MHz 1050/1752 MHz
MSI GTX 960 Gaming 2G 1190/1752 MHz 1127/1752 MHz

Anche la suite di benchmark rimane simile a quella usata per la recensione della RX 480, dalle impostazioni alle opzioni selezionate. Le classifiche di Ashes raffigurano le prestazioni DirectX 12 con lo strumento di test del gioco. Hitman e Tomb Raider sono presentati usando le DirectX 11, così come il resto dei giochi, analizzati con Fraps.

Impostazioni di benchmark
Ashes of the Singularity: DirectX 12, Extreme quality preset, built-in benchmark
Battlefield 4: DirectX 11, Ultra quality preset, custom Tom's Hardware benchmark (Tashgar jeep ride), 100-second Fraps recording
Grand Theft Auto V: DirectX 11, Very High quality settings, 4x MSAA, built-in benchmark (test five), 110-second Fraps recording
Hitman (2016): DirectX 11, Ultra level of detail, FXAA, High texture quality, built-in benchmark, 100-second Fraps recording
Metro Last Light Redux: DirectX 11, Very High detail preset, SSAA off, 16x AF, Normal Motion Blur, Normal Tessellation, built-in benchmark, 145-second Fraps recording
Project CARS: DirectX 11, Ultra quality settings, High anti-aliasing, High texture resolution, Nürburgring Sprint, 100-second Fraps recording
Rise Of The Tomb Raider: DirectX 11, Custom quality preset, Very High quality settings, built-in benchmark, 80-second Fraps recording
Tom Clancy's The Division: DirectX 11, Custom quality preset, Ultra quality settings, Supersampling temporal AA, built-in benchmark, 90-second Fraps recording
The Witcher 3: Wild Hunt: DirectX 11, Highest quality settings, HairWorks disabled, custom Tom's Hardware benchmark, 100-second Fraps recording