Accessori PC e Gaming

Roccat Pyro | Recensione – Tastiera elegante, solida e personalizzabile

Al momento la tastiera da gaming è, tra gli accessori del giocatore PC, l’equivalente degli scarpini per il calciatore, anche più del mouse – perché la tastiera ha bisogno di essere meccanica ma non eccessivamente rumorosa, solida ma non ingombrante, wireless ma precisa, e la Roccat Pyro ha il non semplice compito di inserirsi in un segmento affollatissimo.

La nuova tastiera dell’azienda teutonica è entrata in commercio insieme al modello Magma, rispettivamente con tasti meccanici e a membrana ottica, con lo scopo di rappresentare i nuovi livelli di riferimento per la fascia di prezzo che si attesta sotto ai €100. Cos’ha da offrire a chi cerca una tastiera affidabile soprattutto per giocare?

Roccat Pyro: design e personalizzazione

Partiamo dal design che rappresenta l’aspetto più interessante della Roccat Pyro. La tastiera si presenta colorata interamente di nero, con sezioni satinate ed opache, dove gli unici elementi di colore sono l’illuminazione RGB che supporta la tecnologia proprietaria AIMO. Questo sistema di illuminazione è sicuramente il punto di forza nell’estetica della Pyro, perché funziona in maniera abbastanza unica.

AIMO registra ed impara le abitudini di utilizzo, gli input, e sostanzialmente cosa l’utente fa con il PC. Durante la digitazione i tasti modificano il loro colore nei dintorni dei pulsanti premuti, un po’ come fosse l’effetto di un sasso lanciato nell’acqua, così come all’aumento del volume. Di tanto in tanto si modificano anche con i cambi di ritmo della musica che state ascoltando o del videogioco in cui siete immersi. Il tutto in combinazione, come un concerto di colori, con gli altri dispositivi di Roccat che supportano la tecnologia AIMO, come il mouse Kone Pro Air e le cuffie Syn Pro Air.

L’effetto è a dir poco soddisfacente anche perché completamente personalizzabile con il software proprietario che gestisce le funzionalità. Oltre alla velocità della ripetizione dei caratteri, l’assegnazione dei pulsanti (comoda in casi particolari perché il layout è quello USA), con il software Swarm è possibile divertirsi a gestire completamente l’illuminazione della tastiera, con una decina di layout diversi personalizzabili a loro volta, oppure gestendo proprio l’apprendimento di AIMO.

Tra le curiosità c’è anche la possibilità di impostare dei feedback auditivi per la tastiera che potete sentire in cuffia, se volete replicare l’effetto della macchina da scrivere, oppure altri effetti stravaganti. Il tutto con fino a cinque profili diversi da poter salvare.

Design ed ergonomia

La tastiera Pyro è solida ma modesta nelle dimensioni, che diventano leggermente più importanti nel caso installiate il supporto per i polsi incluso nella confezione. I tasti hanno una risposta molto reattiva grazie all’utilizzo degli switch lineari rossi TTC. Sono molto simili ai classici Cherry MX, hanno un rivestimento morbido che li rende piacevoli al tatto, pertanto sono perfetti per chi scrive molto al PC. Inoltre, non sono neanche troppo rumorosi come di solito accade nelle tastiere meccaniche (anche se va detto che i Cherry MX Red a cui somigliano sono, di solito, tra i più silenziosi). Soprattutto se giocate molto con un gruppo di amici, la bassa rumorosità fa sì che il suono dei tasti non venga percepito dal microfono e non infastidisca i propri compagni di gioco.

Per l’uso gaming c’è una funzionalità dedicata, che si attiva con il pulsante funzione e il pulsante di blocco dello scorrimento. In questo modo il tasto Windows viene disabilitato, così da evitare pressioni involontarie che metteranno l’applicazione in secondo piano, e viene inserito il pulsante Easy-Shift. Questo input permette di duplicare i pulsanti, e all’interno del software Swarm si possono ri-mappare per aggiungere una seconda azione.

Ad esempio con una seconda pressione del pulsante si può aprire un’applicazione, cambiare una impostazione di mouse o tastiera, e tanto altro. Soprattutto, se passate tra varie applicazioni e giochi ed avete bisogno che il vostro hardware lavori in maniera differente in ogni occasione, si tratta di una funzione avanzata che può risultare molto comoda.

Esperienza d’uso e specifiche

Considerata la fascia di prezzo delle tastiere che costano meno di €100, la Roccat Pyro è uno tra i migliori prodotti sul mercato. Le manca giusto qualche pulsante aggiuntivo per le funzionalità extra, oltre a quello del volume al di fuori degli usi aggiuntivi del tasto funzione, ma non è un’assenza così pesante, considerate le caratteristiche tecniche:

  • Interruttori meccanici lineari (rossi) TTC
  • 5 tasti di controllo dei media condivisi
  • Durata di 50 milioni di battute
  • Cavo USB da 1,8 m
  • Profilo di gioco
  • Altezza: 3,60 cm | Larghezza: 44,70 cm | Lunghezza: 15,20 cm
  • Peso: 1100 g

La nostra esperienza con la tastiera Roccat è stata più che soddisfacente, perché perfetta per i giocatori ma anche per chi usa la tastiera per lavoro o diletto al di fuori del gaming. Se proprio dovessimo trovare un difetto starebbe proprio nell’opacità dei tasti, e nel materiale leggermente gommoso di cui è rivestita gran parte della tastiera: si tratta di una calamita per la polvere, che già dopo qualche giorno di utilizzo si deposita in maniera feroce su tutta la superficie. Per fortuna i tasti possono essere rimossi con facilità per effettuare la pulizia. È insomma il prezzo da pagare per avere una tastiera così grintosa, solida e ben realizzata per ogni tipo di esigenza.

Roccat Pyro


La tastiera Roccat Pyro è una periferica da gaming solida e funzionale, adatta a chi non ha possibilità di spendere cifre troppo onerose. Il design è solido, compatto ed accattivante, e gli switch pur essendo meccanici sono silenziosi, perfetti per la digitazione e per non funestare i timpani dei vostri compagni di gioco durante le sessioni più intense. Le funzionalità aggiuntive date dal software permettono una personalizzazione ottima, e l’affascinante illuminazione AIMO è la proverbiale ciliegina sulla torta.

Pro

  • Design semplice e compatto
  • Tasti meccanici ma non rumorosi
  • Illuminazione AIMO

Contro

  • Il tastierino numerico la rende più ingombrante delle classiche tastiere da gaming