Accessori PC e Gaming

ROG Chakram Core | Recensione

Tra i mouse da gaming più intriganti attualmente sul mercato possiamo sicuramente trovare il ROG Chakram Core, mouse cablato dotato di joystick analogico e peso regolabile. Un prodotto sulla carta di alto livello, pensato per un pubblico più appassionato e per tutti coloro che desiderano avere un device personalizzabile nel profondo. Vincitore dei prestigiosi Red Dot e IF Product Design Award, il ROG Chakram Core è un mouse da gaming, oltre che particolarmente interessante sul piano tecnico, anche riuscito su quello del design. Considerate tali premesse, ci siamo immersi nelle ultime settimane in una prova serrata del ROG Chakram Core, per evidenziare pregi ed eventuali criticità della versione cablata del noto ROG Chakram.

Design e materiali

Nonostante sia un prodotto abbastanza costoso, il ROG Chakram Core non è dotato di un packacing all’altezza delle indubbie caratteristiche tecniche del device. La confezione del mouse da gaming non restituisce infatti un’esperienza premium, sebbene contenga al suo interno un elevato numero di accessori. Tre differenti tipologie di joystick, pinzette per la rimozione degli switch e un peso da 13,6g, oltre che ovviamente le immancabili istruzioni: nella confezione del ROG Chakram Core troverete tutto ciò di cui avrete bisogno per immergervi fin da subito nell’esperienza d’uso del device.

ROG Chakram Core

Tanta possibilità di personalizzazione non poteva certamente stare in un mouse dalle dimensioni ridotte, infatti il ROG Chakram Core è abbastanza grande, che misura 76,6mm in larghezza per 132,7mm in lunghezza e 42,8mm in altezza, risultando perfetto per chi preferisce prodotti dalle dimensioni considerevoli.

Di seguito una foto con a sinistra il ROG Chakram Core e ai lati il Razer DeathAdder V2 Mini e il Fnatic Flick 2, mouse da rispettivamente 65,4×114,2×38,5 mm e 70,2x131x40 mm; qui è più facile osservare quelle che sono le effettive dimensioni dell’ultima proposta di Asus.

ROG Chakram Core

Per quanto riguarda il peso, il ROG Chakram Core si predispone a due differenti configurazioni, ossia di 97 e 111 g, in base all’utilizzo o meno del peso incluso all’interno della configurazione. Una possibilità, quella di modificare il peso del mouse, che fa sicuramente piacere e rende il device decisamente più versatile.

Molto buoni i materiali, che si rivelano di ottima qualità e decisamente piacevoli al tatto. Di valore anche i piedini, che garantiscono movimenti fluidi e precisi, concorrendo ad aumentare la qualità dell’esperienza d’uso globale.

Caratteristiche tecniche

Come sempre, prima di parlare più approfonditamente di quelle che sono le caratteristiche tecniche del mouse in questione, è necessario chiarire come il ROG Chakram Core sia un mouse chiaramente pensato per i giocatori destrorsi, in quanto i tasti laterali e il joystick sono posizionati sul lato sinistro del device, in modo tale da essere facilmente raggiungibili dal pollice destro. Ottimo il sensore Pixart PAW3335, che arriva fino a 16.000 DPI ed è dotato di quattro diversi livelli preimpostati, intercambiabili al volo tramite la pressione di un tasto posto nella parte bassa del mouse, poco sopra il sensore stesso. Questa scelta inibisce veloci modifiche al volo del DPI durante una sessione di gioco, ma permette comunque di avere tutto sotto controllo direttamente dal device stesso.

ROG Chakram Core

A comporre il piano tecnico del ROG Chakram Core sono poi ben 9 tasti programmabili, di cui quattro digitali sul joystick, e il joystick stesso. Quest’ultimo si sa rivelare un ottimo alleato in diverse situazioni, sia quando è bloccato su sole quattro direzioni che quando è invece libero da ogni vincolo. Nel primo caso può essere ad esempio usato per richiamare un oggetto al volo in uno sparattutto, basti pensare agli inventari a croce composti appunto da quattro scelte, mentre la seconda modalità d’uso è particolarmente azzeccata per titoli come i simulatori di volo. La forma ed ergonomia del joystick possono essere modificate in differenti modi grazie agli accessori inclusi nella confezione, riuscendo così a adattarli al meglio a qualsivoglia situazione ed esigenza.

ROG Chakram Core

Esperienza d’uso

Per quanto riguarda l’utilizzo vero e proprio, il ROG Chakram Core si è rivelato nella nostra prova un prodotto comodo e di valore, capace di ben adattarsi a numerose situazioni. Ottima la presenza del poggia pollice sul lato sinistro e di grandissimo valore è anche l’ergonomia, conil mouse di Asus che riesce a dare un ottimo feedback con qualsiasi tipologia di impugnatura. Attenzione però alle dimensioni: come precedentemente scritto, il ROG Chakram Core non è per nulla piccolo e se non foste abituati a usare mouse così grossi potreste trovarvi in difficoltà.

La presa è ottima, grazie soprattutto alla texture sui lati che evita fastidiosi scivolamenti del dito durante l’utilizzo. Buona anche la possibilità di rimuovere il joystick nel caso non serva, rendendo così il lato sinistro del dispositivo privo di impervietà. Unico appunto che ci sentiamo di fare è la mancanza di un tasto subito sotto la rotellina, che avrebbe reso più facile e veloce la modifica dei DPI o qualsiasi altra funzione.

ROG Chakram Core

Il ROG Chakram Core è, come abbiamo visto, un mouse altamente personalizzabile e modificabile. In tal senso bisogna fare un plauso ad Asus, che del resto ha vinto numerosi premi per il design del prodotto, per come è riuscita a rendere il tutto modulare. Modificare pesi, rimuovere switch e mettere a nudo il dispositivo è infatti quanto mai facile ed effettuabile senza l’utilizzo di nessun cacciavite o altro strumento.

Nulla da segnalare, infine, per quanto riguarda latenza dei tasti e prestazioni varie, con il ROG Chakram Core che sa rivelarsi un mouse da gaming di prima fascia, in grado di soddisfare una grandissima fascia di videogiocatori. Peccato solo per il cavo, un po’ troppo rigido per quanto comunque di buona qualità e intrecciato.

Software dedicato

Un prodotto come il ROG Chakram Core non poteva ovviamente esimersi dall’avere un software dedicato, in grado di far esprimere al meglio le potenzialità del dispositivo. Armoury Crate permette di modificare nel dettaglio numerose caratteristiche del ROG Chakram Core, a partire dall’immancabile illuminazione RGB fino ad arrivare a impostazioni più tecniche.

Tasti programmabili, modifica di DPI, polling rate e velocità di risposta, oltre che la calibrazione della distanza di sollevamento: Armoury Crate riesce a soddisfare la maggior parte delle esigenze di un videogiocatore, dandogli in mano un discretamente ampio ventaglio di scelta tramite un’interfaccia veloce e intuitiva.

ROG Chakram Core

Per onore di cronaca, per quanto riguarda l’illuminazione, nel ROG Chakram Core potremmo modificare l’illuminazione solamente della rotella e del logo nella parte bassa. Nel ROG Chakram, il fratello maggiore wireless del prodotto, a essere modificabile era invece anche la parte frontale.

Conclusioni

Il ROG Chakram Core è alla fine dei conti un ottimo mouse da gaming, altamente versatile e capace di regalare buonissime prestazioni. Trovare di cui lamentarsi in questo prodotto è decisamente difficile e, a meno di non trovarsi male con i device dalle dimensioni generose, il Chakram Core saprà regalarvi tante soddisfazioni. Peccato solo per un cavo non al top, ma si tratta di un qualcosa che non finisce per macchiare un quadro complessivo decisamente positivo.

ROG Chakram Core


Il ROG Chakram Core è un mouse da gaming di fascia alta, modulare e ampiamente personalizzabile. Perfetto per qualsiasi tipo di impugnatura e per chi adora i device più grandi, l’ultima proposta di Asus è consigliata per numerose schiere di videogiocatori, soprattutto quelli più appassionati. Ottime le prestazioni e decisamente valido il joystick laterale, impostabile sia a 4 che a 256 gradi di libertà in base alle necessità.

Pro

  • Altamente personalizzabile
  • Ottime prestazioni
  • Design modulare

Contro

  • Cavo un po' rigido