Schede Grafiche

RTX 3000: Nvidia conferma che non produrrà modelli LHR delle GPU Founders Edition

All’inizio della settimana Nvidia ha annunciato che avrebbe creato delle nuove versioni delle sue schede grafiche RTX 3080, RTX 3070, RTX 3060 e RTX 3060 Ti, tutte e quattro equipaggiate con una tecnologia che mira a diminuire drasticamente le performance di mining di criptovalute. Questi nuovi modelli apparterranno alla serie LHR (Lite Hash Rate). In una recente dichiarazione Nvidia, però, ha voluto avvisare gli utenti: non prevede di produrre versioni LHR delle proprie schede grafiche Founders Edition della serie RTX 30.

Con l’aumento del fenomeno del mining, Nvidia ha deciso di produrre delle versioni speciali delle proprie schede grafiche, dotate di tecnologia LHR che diminuisce le capacità di mining delle GPU. Così facendo, i miner sarebbero disincentivati all’acquisto, consentendo una maggiore disponibilità di schede grafiche per i gamer.

Nvidia ha infatti annunciato l’arrivo delle versioni LHR delle sue GPU RTX 3080, RTX 3070, RTX 3060 e RTX 3060 Ti, avvisando però che non uscirà mai una versione Founders Edition LHR. L’azienda ha dichiarato a PC Gamer: “Founders Edition è una scheda grafica in produzione limitata, venduta con MSRP – prezzo al dettaglio consigliato dal produttore – e, a questo punto, non abbiamo in programma di realizzare versioni con tecnologia LHR”.

Come spiega Overclock3D, ci sono svariati modi per interpretare questa dichiarazione. Nvidia potrebbe aver deciso di non produrre più schede grafiche Founders Edition della serie 30, di conseguenza non produrrà nemmeno le varianti LHR. Menzionando nello specifico i prezzi MSRP, è possibile che la carenza di componenti e l’aumento dei costi di produzione abbiano reso i modelli Founders Edition non più redditizi. Infatti queste schede grafiche, tra le altre cose, utilizzano dissipatori premium rendendole più difficili da produrre rispetto alla maggior parte degli altri modelli.

Un’altra ipotesi di Overclock3D è che Nvidia abbia in programma di concentrarsi sulle Founders Edition dei modelli RTX 3070 Ti e RTX 3080 Ti, che probabilmente avranno di default la tecnologia che diminuisce le prestazioni per il mining, di conseguenza annullando la necessità di introdurre una serie LHR dedicata.

Nel frattempo Gigabyte ha annunciato l’arrivo delle sue GPU RTX 3060 LHR con il blocco per il mining, e Galax si sta preparando a commercializzare nuove versioni delle schede grafiche GeForce RTX 3080e RTX 3070 Black Generaldotate sempre di blocco per il mining della criptovaluta Ethereum.