Schede Grafiche

RTX 3070 Mobile, prestazioni in Ray Tracing simili ad una RTX 3060 Ti desktop?

Allo stato attuale, NVIDIA non ha ancora annunciato la versione mobile della sua serie di schede grafiche GeForce RTX 30. Tuttavia, recentemente è apparso un benchmark in V-Ray 5 di quella che sembra essere una GeForce RTX 3070 Mobile (come indicato dai colleghi di VideoCardz), permettendoci di dare una prima occhiata alle abilità in Ray Tracing dell’architettura Ampere in ambito mobile.

Purtroppo, il dato non ci dice molto sulla GeForce RTX 3070 Mobile. Viene riportata solo la presenza di 8GB di memoria, che ci aspettiamo sia di tipo GDDR6 come quella sulla controparte desktop.

NVIDIA GeForce RTX 3070 Mobile Benchmark

Prima di entrare nel merito, vale la pena far notare che dovremmo prendere i risultati di V-Ray 5 con le pinze, poiché si tratta di una scheda non ancora sul mercato. Inoltre, le potenzialità in Ray Tracing non sono, attualmente, particolarmente importanti per i videogiocatori.

Ricordiamo che la GeForce RTX 3060 Ti possiede 38 core RT di seconda generazione per i carichi di lavoro in Ray Tracing. La GeForce RTX 2080 Ti, d’altra parte, sfoggia 68 core RT, ma si tratta di versioni di prima generazione, quindi le prestazioni sono inferiori, mentre la GeForce RTX 3070 Mobile erediterà probabilmente i 46 core RT dalla sua controparte desktop.

In base ai dati, sembra che la GeForce RTX 3060 Ti sia fino al 7,81% più veloce della GeForce RTX 3070 Mobile. Il margine è ancora più piccolo se si confrontano la GeForce RTX 3070 Mobile e la GeForce RTX 2080 Ti. Infatti, la precedente ammiraglia di Turing offre prestazioni di Ray Tracing superiori di circa il 4,4%.

L’attuale carenza di schede grafiche NVIDIA GeForce RTX 30 potrebbe essere il motivo per cui il produttore stia impiegando così tanto tempo per lanciare le componenti mobile. Tuttavia, alcuni rivenditori hanno già inserito nel proprio listino alcuni notebook da gaming equipaggiati con GPU Ampere, come GeForce RTX 3080 Max-Q, RTX 3070-Max-Q e RTX 3060 Max-P. La variante Mobile (a volte conosciuta come Max-P) è fondamentalmente la versione desktop a tutti gli effetti, mentre quella Max-Q è una versione ridotta con un limite di potenza più basso e, di conseguenza, velocità di clock inferiori.

Visto il numero leak degli scorsi giorni, la presentazione delle nuove schede grafiche mobile dovrebbe essere ormai imminente e l’evento CES 2021, che si terrà a gennaio, potrebbe essere il palcoscenico ideale per NVIDIA.

NZXT C850 è l’alimentatore adatto se volete provare a cimentarvi nell’overclock, con 850W di potenza e certificazione 80Plus Gold. Lo potete trovare su Amazon.