Schede Grafiche

RTX 3080, il solo dissipatore costa 150 dollari?

Dopo l’apparizione online della prima immagine non ufficiale di RTX 3080, dove il rinnovato design della scheda e del dissipatore è in bella mostra, una nuova voce di corridoio sembra suggerire un aumento dei prezzi per le schede video della serie 3000 di Nvidia rispetto alla generazione precedente. A contribuire sul maggiorato totale sembrerebbe esserci il costo di produzione di $150 del nuovo dissipatore a doppia ventola.

Nvidia non sarebbe affatto felice del fatto che il design delle sue nuove GPU sia trapelato online: secondo Igor’s Lab sarebbe stata aperta un’inchiesta presso Foxconn e BYD (Build Your Dreams), due dei produttori incaricati di produrre le schede Founder’s Edition, per scoprire le origini del leak.

nvidia rtx 3080 cad 3d

Il design del nuovo dissipatore, di cui alcuni appassionati hanno realizzato dei modelli CAD 3D, sarà composto da due parti: la prima, dotata di largo dissipatore metallico e di una ventola posta nella parte inferiore della scheda, andrà a raffreddare la GPU stessa mentre la seconda parte, posizionata sul lato opposto del PCB, andrà a raffreddare il circuito di alimentazione (power delivery).

Questo sandwich di dissipatori, necessari al mantenimento delle temperature operative ideali nelle nuove GPU, avrebbe un costo di ben $150 al pezzo ed è per questo motivo che Nvidia avrebbe deciso di adottarlo solamente sui tre modelli di fascia più alta, quelli che andranno a sostituire la Titan RTX, la RTX 2080 Ti e la 2080/SUPER.

Tutte e tre le schede, che stando alla fonte avranno una lunghezza di 21,9cm, utilizzeranno varianti dello stesso PCB chiamato PG132 e saranno basate sullo stesso ASIC conosciuto internamente come GA102. La GPU più performante (SKU10) dovrebbe abbandonare il branding “Titan” e si chiamerebbe semplicemente RTX 3090: tra le varie specifiche che già conosciamo, la scheda dovrebbe disporre di un bus di memoria a 384 bit, 24GB di memoria video GDDR6X e avere un consumo tipico di 350W.

SKU20, la probabile RTX 3080 Ti, è una versione limitata di SKU10: saranno “solo” 11 i gigabyte di VRAM GDDR6X presenti a bordo ed il bus di memoria sarebbe ristretto a 352 bit. Il consumo dovrebbe essere leggermente inferiore fermandosi ai 320W. SKU30, la scheda che dovrebbe arrivare sul mercato con il nome di RTX 3080, avrebbe 10GB di VRAM GDDR6X ed un bus da 320 bit.

Le nuove GPU “Ampere” dovrebbero essere le prime schede video lanciate sul mercato dotate di memorie GDDR6X e in grado di superare il limite dei 16Gbps delle memorie GDDR6, standard che invece sembra verrà mantenuto sui modelli meno potenti come la RTX 3070.

Quali saranno secondo voi i prezzi delle nuove GPU? Le state aspettando con ansia?

Non volete aspettare e cercate una scheda video dal buon rapporto potenza/prezzo? RTX 2060 Super con 8GB di memoria video GDDR6 è scontata su Amazon.