Tom's Hardware Italia
CPU

Ryzen 3000 a 16 core, spuntano le frequenze di un engineering sample

Diffuse in rete le presunte frequenze di un engineering sample di CPU Ryzen 3000 a 16 core. È del tutto probabile che saranno superiori sul prodotto finale.

Mancano sempre meno giorni all’annuncio ufficiale dei Ryzen 3000 e di conseguenza le voci di corridoio si fanno più pressanti. TUM_APISAK, noto “leaker” hardware, ha pubblicato quelle che sarebbero le specifiche di un engineering sample (ES) di processore Ryzen 3000 a 16 core e 32 thread, testato su scheda madre AMD X570.

Trattandosi di un engineering sample è bene prendere le specifiche con una certa cautela, perché potrebbero (anzi DOVREBBERO) essere più basse di quelle definitive. Secondo il leaker, l’ES in questione avrebbe un base clock di 3,3 GHz e una frequenza Turbo Boost di 4,2 GHz.

Per ora non ci sono immagini, ma potrebbero arrivare presto, insieme ad altri dettagli in merito. Rifacendoci a indiscrezioni precedenti, il chip in questione potrebbe chiamarsi Ryzen 9 3850X oppure Ryzen 9 3800X.

A questo punto è lecito aspettarsi frequenze maggiori (di quanto però è difficile dirlo) dal modello finale, tanto che Jim Parker (noto come AdoredTV) ha commentato il leak di TUM_APISK con un criptico ma nemmeno troppo “chiunque si aspetta un boost di circa 4,5 GHz rimarrà piacevolmente sorpreso, questo è tutto quello che dirò a riguardo”.

Non resta che attendere, senza dimenticare che proprio Parker parlò di Ryzen 9 3800X in grado di lavorare a 3,9 / 4,7 GHz con un TDP di 125 W e il 3850X a 4,3 / 5,1 GHz con TDP di 135 W. Si tratta però di informazioni pubblicate molti mesi fa e senza conferme. La notizia forse più interessante è che secondo TUM_APISAK il processore non ha una nomenclatura esistente e perciò non è decodificabile tramite l’AMD Condename Decoder.

Per il resto, ricordiamo che AMD ha confermato la presentazione a metà anno, quindi verosimilmente al Computex di Taipei di fine mese. L’arrivo di un modello a 16 core è possibile, come fatto intuire dal CEO Lisa Su a margine della dimostrazione al CES 2019 di gennaio, per ora l’unica occasione in cui AMD ha dato qualche informazione concreta sui nuovi Ryzen.

All’evento l’azienda dimostrò come un chip a 8 core a 7 nanometri e basato su architettura Zen 2 riusciva a offrire prestazioni leggermente maggiori di un Core i9-9900K consumando meno.

Se volete un riassunto delle indiscrezioni circolate sinora, potete fare riferimento a questo articolo.