Storage

Samsung 980 Pro | Recensione

Samsung è un volto noto nel panorama degli SSD, grazie soprattutto ai modelli 970 Evo e 970 Evo Plus, in grado di offrire elevate prestazioni al giusto prezzo. Con il nuovo Samsung 980 Pro l’azienda vuole ripetere il successo ottenuto, offrendo agli appassionati un prodotto che integri tutte le tecnologie di ultima generazione.

Il nuovo Samsung 980 Pro è compatibile con il nuovo standard PCIe 4.0 e promette velocità fino a 7GB/s in lettura e 5GB/s in scrittura, grazie anche all’uso delle nuove memorie V6 V-NAND TLC, che prendono il posto dei chip MLC visti sul 97o Evo Plus e capaci di offrire maggiori performance, al costo di una resistenza minore.

L’ultimo nato di casa Samsung è disponibile in diversi tagli di memoria, che vanno dai 250GB ai 2TB. Noi abbiamo provato la variante da 1TB, disponibile all’acquisto a 240 euro. Il prezzo è superiore alla media, in linea con quello di altri modelli di fascia altissima come ad esempio il WD Black SN850 di Western Digital.

Samsung SSD 980 Pro

Samsung ha incluso nel 980 Pro la tecnologia Intelligent TurboWrite 2.0, che permette di massimizzare la velocità delle operazioni più rapide sfruttando una cache SLC. La velocità di scrittura direttamente sulla memoria TLC è invece decisamente inferiore, quindi le prestazioni caleranno una volta che la cache sarà piena. La funzionalità offre comunque performance migliori di quelle viste sul 970 Evo Plus, grazie anche a una cache TurboWrite più ampia: si parte sempre da 4GB/6GB (a seconda della capacità dell’SSD), ma la dimensione può aumentare anche di cinque volte in maniera dinamica.

Nonostante la nuova versione di Intelligent TurboWrite, supporto alla tecnologia LDPC (Low-Density Parity-Check) ECC e il 9% di over-provisioning, l’uso di memorie TLC porta il nuovo Samsung 980 Pro ad avere una resistenza inferiore rispetto al suo predecessore. Non cambia invece la garazia, anche in questo caso pari a cinque anni.

Prodotto 980 PRO 250GB 980 PRO 500GB 980 PRO 1TB
Capacità utente 250GB 500GB 1000GB
Form Factor M.2 2280 M.2 2280 M.2 2280
Interfaccia / Protocollo PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.3c PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.3c PCIe 4.0 x4 / NVMe 1.3c
Controller Samsung Elpis Samsung Elpis Samsung Elpis
DRAM LPDDR4 LPDDR4 LPDDR4
Memoria Samsung 136L V-NAND TLC Samsung 136L V-NAND TLC Samsung 136L V-NAND TLC
Lettura sequenziale 6400 MB/s 6900 MB/s 7000 MB/s
Scrittura sequenziale 2700 MB/s 5000 MB/s 5000 MB/s
Lettura casuale 500.000 IOPS 800.000 IOPS 1.000.000 IOPS
Scrittura casuale 600.000 IOPS 1.000.000 IOPS 1.000.000 IOPS
Sicurezza AES 256-bit FDE; TCG Opal V2.0; IEEE1667 AES 256-bit FDE; TCG Opal V2.0; IEEE1667 AES 256-bit FDE; TCG Opal V2.0; IEEE1667
Resistenza (TBW) 150 TB 300 TB 600 TB
Garanzia 5 anni 5 anni 5 anni

Oltre alle tecnologie già citate, il nuovo Samsung 980 Pro supporta anche S.M.A.R.T., Trim, cancellazione sicura dei dati e la crittografia AES 256-bit conforme agli standard TCG Opal V2.0 e IEEE1667. Completano il pacchetto i vari software messi a disposizione da Samsung tra cui Magician, SSD Toolbox e Data Migration, che permettono di regolare alcuni parametri relativi all’unità e di migrare facilmente dati e sistema operativo dalla vecchio SSD al nuovo.

Il Samsung 980 Pro usa anche un nuovo controller chiamato Elpis, basato su architettura Arm, progettato internamente e prodotto con il processo produttivo a 8nm dell’azienda. Non si hanno informazioni su quanti e quali siano i core alla base del nuovo controller e nemmeno quanti siano i canali di memoria, anche se è probabile che si tratti di un design a otto canali; quello che sappiamo è che Elpis è in grado di processare fino a 128 code I/O contemporaneamente, così da garantire maggior reattività e meno latenza.

Samsung SSD 980 Pro

In un SSD del genere non poteva ovviamente mancare la DRAM, qui di tipo LPDDR4, dedicata alla cache. I moduli lavorano a 1866MHz e operano a 1,1V, la quantità varia in base alla capacità dell’SSD; il modello da 1TB che abbiamo in prova ne ha a disposizione 1GB.

Prestazioni

Per misurare le prestazioni del nuovo Samsung 980 Pro abbiamo effettuato dei benchmark, sfruttando principalmente tre software: CrystalDiskMark, DiskBench e Final Fantasy XIV Stormblood. Nei grafici abbiamo incluso anche il Viper VPN100 e il Viper VP4100, SSD PCIe 4.0 con controller Phison E16 in grado di raggiungere i 5GB/s in lettura e i 4,4GB/s in scrittura.

CrystalDiskMark

CrystalDiskMark è un programma che permette di avere un’idea di quelle che sono le prestazioni nominali dell’unità. Nei grafici abbiamo inserito sia le performance sequenziali che quelle casuali a QD1, le più interessanti per l’utente finale.

Benchmark Samsung 980 Pro - CrystalDiskMark sequenziali

Già nel test delle prestazioni sequenziali il Samsung 980 Pro mostra i muscoli, raggiungendo ottime velocità sia in lettura che in scrittura e avvicinandosi molto a quelle dichiarate dall’azienda. Anche il Viper VP4100 si comporta molto bene, ottenendo i risultati aspettati.

Benchmark Samsung 980 Pro - CrystalDiskMark casuale

Similmente, anche il benchmark delle performance casuali a QD1 mostra ottimi risultati, migliori rispetto a quelli degli altri SSD e che assicurano all’unità una reattività estrema in ogni scenario.

DiskBench

DiskBench è un programma che consente di testare la velocità di scrittura e lettura dell’unità usando file scelti dall’utente, così da avere un’idea più chiara di quelle che sono le prestazioni reali. Per le nostre prove usiamo un file da 6GB, uno da 50GB e una cartella da 30GB con all’interno diversi tipi di file.

Benchmark Samsung 980 Pro - DiskBench scrittura 30GB

Nel test di copia della cartella da 30GB il Samsung 980 Pro rimane in vetta alla nostra classifica, raggiungendo una velocità media superiore ai 2GB/s. Poco sotto troviamo il Viper VP4100, che fa segnare 1848,53MB/s. Il Viper VPN100 si posiziona ultimo, ma i suoi 1541MB/s sono comunque un ottimo risultato considerando che si tratta di un’unità PCIe 3.0.

Benchmark Samsung 980 Pro - DiskBench lettura 6GB

Il benchmark di lettura del file da 6GB mette ancora più in risalto il Samsung 980 Pro, che con un risultato di 3246MB/s supera di oltre 1GB/s il Viper VP4100, che si ferma a 2177MB/s e rimane dietro anche al VPN100.

Benchmark Samsung 980 Pro - DiskBench file 50GB

Le prove effettuate con il file da 50GB riconferma in buona sostanza i risultati visti in precedenza. Con una velocità media di 3043MB/s in lettura e 2044MB/s in scrittura, il Samsung 980 Pro si conferma il migliore dei tre SSD e supera il Viper VP4100, che nella fase di scrittura viene scavalcato anche dal Viper VPN100.

Final Fantasy XIV Stormblood

Final Fantasy XIV Stormblood è un benchmark gratuito molto semplice da usare, che misura in maniera precisa i tempi di caricamento di scenari di gioco reali. Per questo test abbiamo selezionato la qualità grafica massima e impostato la risoluzione Full HD.

Benchmark Samsung 980 Pro - FF XIV Stormblood

I tre SSD ottengono tutti dei risultati molto simili, ma questa volta è il Viper VP4100 a spuntarla sul Samsung 980 Pro. La differenza però è praticamente inesistente, pari a solamente 7 centesimi di secondo. Con un tempo di caricamento medio di 9,11 secondi, il Samsung 980 Pro riconferma le ottime prestazioni fornite in generale dagli SSD, che assicurano tempi di caricamento molto brevi nei giochi.

Temperatura

Durante il test di scrittura della cartella da 30GB effettuato con DiskBench abbiamo anche misurato la temperatura raggiunta dagli SSD. Per farlo ci siamo avvalsi di HWInfo, un software gratuito che consente di monitorare facilmente i vari sensori presenti sui diversi componenti hardware.

Benchmark Samsung 980 Pro - Temperatura

Il Samsung 980 Pro raggiunge una temperatura di 58°C sotto carico, facendo segnare 20°C più del Viper VP4100 e 16°C più del VPN100. A differenza dei due SSD di Patriot però il 980 Pro non è dotato di dissipatore, quindi non c’è niente che lo raffreddi in maniera efficace; basterà installarlo in uno slot M.2 con dissipatore di calore per abbattere le temperature e ottenere valori in linea con quelli degli altri due SSD.

Conclusioni

Samsung non è stata di certo tra i primi produttori a lanciare sul mercato SSD PCIe 4.0, ma è indubbio che sia valsa la pena aspettare. Il nuovo 980 Pro offre prestazioni eccezionali, che lo collocano di diritto come uno dei migliori SSD NVMe PCIe 4.0 presenti sul mercato. Il merito è in buona parte del nuovo controller Elpis, progettato su misura per le nuove memorie V6 V-NAND, che permette di raggiungere velocità sequenziali molto vicine a quelle dichiarate.

La concorrenza di certo non manca, ma il Samsung 980 Pro ha più di un asso nella manica: la velocità rimane ottima anche quando la cache TurboWrite è piena, le prestazioni a QD1 sono tra le migliori viste finora e si traducono in una reattività seconda solamente alle unità Intel Optane, a cui presto saremo costretti a dire addio.

Il Samsung 980 Pro costa 240 euro, più di altri SSD PCIe 4.0 sul mercato equipaggiati con controller Phison E16 come il Viper VP4100, ma come abbiamo visto garantisce prestazioni superiori. Nel corso degli anni Samsung ha offerto prodotti di qualità con performance di altissimo livello, costruendosi un’ottima reputazione tra gli appassionati che non si fanno troppi problemi a pagare un prezzo premium per acquistare i prodotti dell’azienda.

Samsung SSD 980 Pro

Anche per prodotti di questo tipo, però, non è tutto rose e fiori: il nuovo 980 Pro non offre né i 10 anni di garanzia né gli alti livelli di resistenza a cui siamo stati abituati dai modelli precedenti. Nonostante tutte le tecnologie e funzionalità introdotte da Samsung, le memorie TLC non sono resistenti tanto quanto le MLC usate finora, motivo per cui la resistenza del 980 Pro è esattamente la metà rispetto a quella del vecchio 970 Pro.

Secondo l’azienda questo non dovrebbe essere un problema per la maggior parte degli utenti, tuttavia sono molti quelli che vogliono un SSD con alti livelli di resistenza. Se doveste essere tra questi, il nostro consiglio è di valutare l’acquisto di modelli con controller Phison come il Corsair MP600, il Seagate FireCuda 520 o il Viper VP4100. Se poi non doveste avere nessuna urgenza potreste aspettare l’arrivo sul mercato degli SSD con controller Phison E18, in grado di garantire prestazioni migliori rispetto al suo predecessore e una resistenza fino a tre volte superiore a quella del 980 Pro.

Samsung SSD 980 Pro - Award

Resistenza a parte, il Samsung 980 Pro rimane un prodotto eccezionale, con prestazioni di altissimo livello e perfetto per tutti quelli che vogliono un SSD top di gamma all’interno del proprio PC. Per questo motivo, assegniamo al Samsung 980 Pro il nostro Award.

Samsung 980 Pro 1TB


Il Samsung 980 Pro è l'SSD perfetto per chiunque cerchi un'unità d'archiviazione PCIe 4.0 da inserire nel proprio PC, specialmente grazie alle sue prestazioni di altissimo livello e superiori a quelle della gran parte degli SSD NVMe sul mercato. L'unico vero difetto è la resistenza sotto la media, che lo rende inadatto a chi la tiene particolarmente in considerazione.

Pro

  • Prestazioni top di gamma
  • 5 anni di garanzia
  • crittografia AES-256 bit
  • Pacchetto software

Contro

  • Resistenza
  • prezzo sopra la media