Storage

Samsung 980 SSD NVMe | Recensione

Samsung offre da tempo SSD di qualità, proponendo al pubblico una lineup piuttosto ampia e adatta a tutte le tasche. Di recente abbiamo parlato del Samsung 980 Pro, unità PCIe 4.0 che offre prestazioni eccezionali, ma dal prezzo premium; in questa recensione tratteremo il fratello minore, il Samsung 980, progettato per l’uso quotidiano di utenti e videogiocatori che non necessitano di prestazioni top di gamma e sono alla ricerca di un SSD veloce, ma che non costi troppo.

Il Samsung 980 ha un prezzo abbastanza competitivo, che va dai 56,99€ della versione da 250GB ai 149,99€ di quella da 1TB. Merito del suo design DRAMless, che contribuisce a ridurre i cost e a detta dell’azienda coreana non dovrebbe influire troppo sulle prestazioni, grazie alla presenza della tecnologia Intelligent TurboWrite 2.0 che sfrutta una cache SLC dinamica. L’approccio è diverso da quello ibrido visto su altri SSD (come il 980 Pro) che implementano una cache TLC ibrida (in parte statica, in parte dinamica) e permette di avere un buffer più grande, specialmente sui modelli da 500GB e 1TB; il controller di fascia bassa limita però la velocità una volta che questa cache SLC è piena.

A bordo del Samsung 980 troviamo un controller Samsung Pablo (già visto sul piccolo SSD portatile Samsung T7 Touch) e memorie V6 V-NAND TLC 128 layer, un’accoppiata che garantisce ottime prestazioni PCIe 3.0 e una buona resistenza. Non abbiamo molti dettagli in merito al controller, ma è probabile che si tratti di un’architettura ARM multi core prodotta a 14nm. Offre meno canali rispetto a quelli visti sul controller Elpis del 980 Pro e questo incide negativamente sulle performance, ma il calo è mitigato dalla presenza di un Host Memory Buffer (HMB) che sfrutta la RAM di sistema (anziché la DRAM dell’SSD, qui assente) per ospitare la tabella di mappatura FTL.

Samsung promette velocità in lettura e scrittura sequenziale pari rispettivamente a 3,5GB/s e 3GB/s sul modello da 1TB, che calano fino a 2,9GB/s e 1,3GB/s su quello da 250GB, mentre le prestazioni casuali si attestano sui 500K IOPS in lettura e 480K IOPS in scrittura. Il Samsung 980 supporta poi la crittografia hardware AES 256-bit ed è garantito 5 anni.

Esattamente come per il 980 Pro e il 970 Evo Plus, anche sul Samsung 980 il 9% dello spazio totale è riservato all’over-provisioning, motivo per cui la versione da 1TB mette a disposizione dell’utente 931,5GB. Qui sotto vi lasciamo la classica tabella con tutte le specifiche relative all’SSD.

Product 980 250GB 980 500GB 980 1TB
Prezzo 56.99€ 79.99€ 149.99€
Form Factor M.2 2280 M.2 2280 M.2 2280
Interfaccia / Protocollo PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.4 PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.4 PCIe 3.0 x4 / NVMe 1.4
Controller Samsung Pablo Samsung Pablo Samsung Pablo
DRAM DRAMless / HMB DRAMless / HMB DRAMless / HMB
Memoria Samsung 92L V-NAND TLC Samsung 92L V-NAND TLC Samsung 128L V-NAND TLC
Cache Intelligent TurboWrite 2.0 45GB 122GB 160GB
Lettura sequenziale 2900 MBps 3100 MBps 3500 MBps
Scrittura sequenziale 1300 MBps 2600 MBps 3000 MBps
Lettura casuale (QD1) 17K IOPS 17K IOPS 17K IOPS
Scrittura casuale (QD1) 53K IOPS 54K IOPS 54K IOPS
Lettura casuale 230K IOPS 400K IOPS 500K IOPS
Scrittura casuale 320K IOPS 470K IOPS 480K IOPS
Crittografia AES 256-bit AES 256-bit AES 256-bit
Resistenza 150 TBW 300 TBW 600 TBW
Garanzia 5 anni 5 anni 5 anni

Prestazioni

Per misurare le prestazioni del nuovo Samsung 980 abbiamo effettuato dei benchmark, sfruttando principalmente tre software: CrystalDiskMark, DiskBench e Final Fantasy XIV Stormblood. Nei grafici abbiamo inserito anche Il WD Blue SN550, il Teamgroup MP34 e il Viper VPN100, tre SSD che abbiamo avuto modo di provare in passato.

CrystalDiskMark

Il test di CrystalDiskMark è utile per capire quali sono le prestazioni nominali dell’unità, sia in lettura che in scrittura. Nei grafici abbiamo incluso come valori casuali quelli inerenti al dato QD1, i più interessanti per l’utente finale.

Quando ci riferiamo al Queue Depth (QD), ovvero la “profondità di coda”, intendiamo quante operazioni di I/O (IOPS) il sistema operativo è in grado di inviare ad un determinato dispositivo, prima di attendere una risposta (a una qualsiasi di queste operazioni) da esso.

Benchmark Samsung 980 - CrystalDiskMark sequenziale

Le prestazioni sequenziali del Samsung 980 sono in linea con quando dichiarato dalla casa coreana e sfiorano i 3GB/s in scrittura e i 3,3GB/s in lettura. Il nuovo SSD di Samsung è il primo della classe per quanto riguarda la velocità di scrittura, mentre in lettura viene superato di poco dal Viper VPN100 e dal Teamgroup MP34.

Benchmark Samsung 980 - CrystalDiskMark casuale

Anche nel test delle performance casuali troviamo una situazione simile, con il Samsung 980 che garantisce le migliori performance in lettura, mentre in scrittura il Teamgroup MP34 e il WD Blue SN550 risultano più veloci, anche se non di molto.

DiskBench

DiskBench è un programma che consente di testare la velocità di scrittura e lettura dell’unità usando file scelti dall’utente, così da avere un’idea più chiara di quelle che sono le prestazioni reali. Per le nostre prove usiamo un file da 6GB, uno da 50GB e una cartella da 30GB con all’interno diversi tipi di file.

Benchmark Samsung 980 - DiskBench scrittura

Nel test di copia della cartella da 30GB il Samsung 980 raggiunge una velocità di scrittura media di 1726,6MB/s, risultando il migliore tra gli SSD provati. Il Viper VPN100 si posiziona secondo con 1541,88MB/s, mentre il WD Blue SN550 e il Teamgroup MP34 rimangono più indietro, fermandosi intorno ai 900MB/s.

Benchmark Samsung 980 - DiskBench lettura

Situazione leggermente diversa nel test di lettura, dove il Samsung 980 fa registrare una velocità di 2112,5MB/s e si posiziona secondo in classifica, superato dal Viper VPN100 che raggiunge i 2240MB/s.

Il benchmark con il singolo file da 50GB fa registrare risultati in linea con quelli visti qui, con una velocità di lettura pari a 2005,3MB/s e una di scrittura leggermente superiore, di 2016,6MB/s. Il Samsung 980 si riconferma un SSD dalle ottime prestazioni, superando in entrambi i casi il Viper VPN100, che raggiunge i 2001,6MB/s in lettura e i 1875,63MB/s in scrittura.

Final Fantasy XIV Stormblood

Final Fantasy XIV Stormblood è un benchmark gratuito molto semplice da usare, che misura in maniera precisa i tempi di caricamento di scenari di gioco reali. Per questo test abbiamo selezionato la qualità grafica massima e impostato la risoluzione Full HD.

Benchmark Samsung 980 - FF14

Il benchmark di Final Fantasy XIV farà felici i videogiocatori: il Samsung 980 fa segnare un tempo di caricamento medio degli scenari di soli 8,1 secondi, circa 2 secondi inferiore a quello del Viper VPN100 e del Teamgroup MP34, nonché 5,5 secondi più basso di quello ottenuto dal WD Blue SN550.

Temperatura

Durante il test di scrittura della cartella da 30GB effettuato con DiskBench abbiamo anche misurato la temperatura raggiunta dall’SSD. Per farlo ci siamo avvalsi di HWInfo, un software gratuito che consente di monitorare facilmente i vari sensori presenti sui diversi componenti hardware. Il Samsung 980 in idle si ferma a 27°C, mentre sotto stress raggiunge una temperatura massima di 50°C, 8°C in meno rispetto al Teamgroup MP34. I valori sono buoni e non creeranno problemi durante l’utilizzo, specialmente se installerete l’SSD sotto uno dei dissipatori di calore integrati nella scheda madre.

Conclusioni

Il Samsung 980 è uno dei migliori SSD DRAMless che abbiamo avuto modo di provare. L’Host Memory Buffer e la tecnologia Intelligent TurboWrite 2.0 compensano l’assenza della DRAM e permettono al nuovo SSD della casa coreana di offrire prestazioni di alto livello, in grado di competere con alcuni dei migliori SSD PCIe 3.0 presenti sul mercato.

Con un prezzo di 150 euro, il Samsung 980 Pro da 1TB costa 10€ in meno rispetto al 970 Evo Plus, quindi se volete a tutti costi un SSD marchiato Samsung ma non volete spendere oltre 200 euro per il 980 Pro, non ci sono dubbi su quale prodotto acquistare; se però siete disposti a considerare anche altri brand, il mercato mette a disposizione scelte interessanti.

Se ad esempio siete alla ricerca di un SSD che offra un miglior rapporto prezzo per GB e non siete interessati alla crittografia AES 256-bit, potreste essere interessati al WD Blue SN550, disponibile a circa 115 euro; come abbiamo visto le prestazioni sono inferiori a quelle del Samsung 980, ma la proposta di Western Digital costa anche 35 euro in meno. In alternativa potreste valutare anche il Crucial P5, acquistabile a 130 euro.

Se invece volete acquistare un nuovo SSD e non siete interessati ai benefici in termini di velocità di lettura e scrittura offerti dal PCIe 4.0, magari perché usate la vostra macchina principalmente per giocare, Il Samsung 980 è un’ottima scelta: con prestazioni di alto livello, una resistenza elevata e 5 anni di garanzia, offre un’insieme di caratteristiche di qualità a un prezzo inferiore rispetto agli altri NVMe proposti dalla casa coreana.

Samsung 980 1TB


Il Samsung 980 offre buone prestazioni e compensa l'assenza di DRAM grazie alla cache SLC dinamica e alla tecnologia Intelligent TurboWrite 2.0, anche se una volta riempita la velocità di scrittura cala sensibilmente. Se non volete investire denaro in un SSD top di gamma come il 980 Pro, ma cercate comunque un'unità d'archiviazione di alto livello da inserire nel vostro PC da gioco, il Samsung 980 è sicuramente un prodotto da tenere in considerazione.

Pro

  • Prestazioni
  • Crittografia AES 256-bit
  • Resistenza
  • 5 anni di garanzia

Contro

  • Lento in scrittura quando la cache SLC è piena