Tom's Hardware Italia
Monitor

Samsung CH89 e CH80, monitor business anche per giocare

I due nuovi modelli curvi hanno pannelli VA e FreeSync, oltre a caratteristiche che li rendono molto versatili.

Samsung sta aumentando le proposte nella fascia semi professionale di monitor, dedicati a utenti in cerca di monitor versatili, utili sia per lavoro che per giocare. Ci sono già molte varianti Full HD e abbiamo già parlato degli SH850 e dei CH711, ma adesso il colosso coreano punta su due soluzioni particolari: il C34H890 ed il C27H800.

Partiamo dal primo, che monta un pannello, ovviamente di produzione Samsung, con risoluzione di 3440×1440 pixel e diagonale di 34 pollici. Come si può notare dagli articoli più recenti, questo formato è in continua espansione, ma il C34H890 si distingue per alcune chicche.

C34H890 02

La tecnologia adottata è SVA, un tipo di pannello Vertical Alignment riconducibile ai PVA, molto comune nei monitor curvi e ultra wide. Ciò consente di avere un contrasto statico pari a 3000:1 e angoli di visione di 178°. Il pannello può riprodurre 16,78 milioni di colori, coprendo il 99,5% dello spazio sRGB, grazie a una profondità di colore di 8-bit, ottenuta senza l'ausilio di tecnologie quali Dithering e Frame Rate Control (FRC). La retroilluminazione a LED bianchi fornisce una luminosità di 300 candele al metro quadro.

Assieme all'aspect ratio di 21:9, a colpire l'attenzione degli utenti è la curvatura. Si tratta di un raggio abbastanza accentuato (1800mm), ma non eccessivo vista la grandezza del pannello. Ma ciò che più attira i giocatori, occasionali o meno che siano, sono il refresh rate (100 Hz) e la presenza del FreeSync, con un range di 48-100 Hz e supporto al Low Framerate Compensation (LFC). In questo modo le azioni sono molto più fluide e non ci saranno problemi come tearing o stuttering durante le sessioni di gioco.

In modalità FreeSync, rispetto a quando il V-Sync è attivo, si riduce anche l'input lag, nonostante quest'ultimo sia sempre presente quando un qualsiasi Adaptive Sync è attivo. Al giocatore rimane la scelta tra il massimo della velocità – quindi 100 Hz senza FreeSync – e il massimo della fluidità – 100Hz con FreeSync – a discapito di qualche millisecondo di input lag.

C34H890 01

Dotato di tecnologie Flicker-Free e Eye Saver per diminuire l'affaticamento della vista, il C34H890 ha il supporto a PBP e PIP, oltre a un'ampia connettività. Include infatti una HDMI 2.0, una DisplayPort 1.2, un'uscita jack da 3,5 mm e 4 porte USB: una di tipo C e tre downstream, una in versione 3.0 e due 2.0.

Assieme al C34H890, arriva anche il C27H800, simile in molti aspetti, ma comunque diverso già a una prima occhiata. Il pannello rimane uno SVA, ma questa volta con risoluzione di 1920×1080 pixel e diagonale di 27 pollici (16:9). Oltre all'aspect ratio cambia la luminosità massima, questa volta di 250 cd/m2, mentre il contrasto statico (3000:1) e la profondità di colore (8-bit reali) rimangono invariati rispetto al fratello maggiore.

Delle caratteristiche salienti del C34H890 permane la curvatura, anche in questo caso di 1800mm. Se su 34 pollici in formato ultra wide un tale raggio di curvatura possa essere più facilmente apprezzabile, lo troviamo abbastanza accentuato per un 27" Full HD. I giocatori non saranno invece entusiasti, a causa del refresh rate di 60 Hz. Per quanto riguarda il FreeSync invece, nonostante le fonti siano discordanti, sembrerebbe essere effettivamente presente, come riportato nel sito Samsung, ma ancora non si conosce il range operativo e, visto il refresh rate di 60Hz, sicuramente non sarà presente la tecnologia LFC.

C27H800 01

Le tecnologie sono le medesime del C34H890. Cambia invece qualcosa nel comparto delle entrate e uscite video: viene infatti aggiunta una DisplayPort 1.2 in uscita per il Daisy Chain e le tre USB downstream sono tutte 2.0.

Il Samsung C34H890 è già disponibile in Italia a un prezzo che si aggira attorno ai 950 euro. Il C27H800 invece lo si può trovare a 500 euro.