Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Samsung, pronta GPU proprietaria. Esordio nei SoC Exynos?

Presto Samsung potrebbe introdurre una GPU proprietaria nei suoi SoC Exynos destinati a smartphone e tablet. Secondo Jon Peddie, ex CEO di Intel e ora direttore di una società di analisi, primo ad aver dato la notizia, questa GPU sarebbe inoltre così scalabile, potente e con ottimi consumi da essere utilizzabile anche in ambiti completamente […]

Presto Samsung potrebbe introdurre una GPU proprietaria nei suoi SoC Exynos destinati a smartphone e tablet. Secondo Jon Peddie, ex CEO di Intel e ora direttore di una società di analisi, primo ad aver dato la notizia, questa GPU sarebbe inoltre così scalabile, potente e con ottimi consumi da essere utilizzabile anche in ambiti completamente differenti dal mobile.
"L'architettura è così valida che potrebbe essere utilizzata in ogni piattaforma, dipende solo dalle loro ambizioni. Se fosse mia la utilizzerei ovunque dai cockpit ai super computer" ha infatti affermato Peddie.

image

‎La GPU Samsung potrebbe essere alla pari con quella Apple. L'unica domanda è dove e quando Samsung deciderà di utilizzare la propria GPU". Le ipotesi ovviamente ne vedono però l'adozione all'interno di qualche nuovo SoC Exynos, almeno all'inizio. Non è chiaro infatti se Samsung abbia intenzione di rilasciarla in licenza o di tenerla per sé come esclusiva come fa Apple.

Proprio l'azienda di Cupertino, eterna rivale di Samsung, ha del resto tracciato la strada dell'indipendenza da sviluppatori e fornitori terzi come soluzione per contenere i costi e aumentare i margini di guadagno‎, strada poi man mano seguita da altri produttori come ad esempio Huawei e Samsung appunto.

Chien Ping Lu samsung gpu nvidia
Chien Ping Lu

A capo del progetto di sviluppo c'è Chien-Ping Lu, un veterano del settore, che ha iniziato la propria carriera in Nvidia, passando poi a MediaTek dove aveva sviluppato proprio una GPU, che poi però l'azienda cinese scelse di non adottare nonostante le ottime prestazioni, continuando a basarsi sulle licenze ARM per i suoi SoC e per quelle di Image Technologies per le GPU. Lu ha poi lavorato anche brevemente in Intel e in una startup per lo sviluppo di intelligenza artificiale, prima di approdare in Samsung. Una cosa comunque appare certa: lo sviluppo di questa GPU porterà il livello di competizione con Apple a un livello ancora più alto e, se dovesse decidere di licenziarne il design Samsung andrebbe allo scontro anche con Qualcomm, attualmente leader del settore con le proprie soluzioni per il mobile.


Tom's Consiglia

Il Samsung Galaxy S9+ è lo smartphone più potente del produttore coreano attualmente disponibile sul mercato. Su Amazon si trova scontato di quasi 400 euro rispetto al prezzo di listino.