Schede madre

SCO pretende $699 per ogni licenza Linux

E le pretese aumenteranno. SCO pretende che gli utenti di Linux paghino per
l’uso del software sul quale accampa diritti di proprietà intellettuale.
Fino a metà ottobre la società si accontenterà di 699 dollari,
oltre questa data si passerà a 1399 dollari. Le versioni del Kernel interessate
sono la 2.4 e 2.5. Inutile dire che non bisogna scucire neanche un centesimo
fintanto che la questione sarà chiarita e difficilmente SCO avrà
ragione delle proprie pretese.