Periferiche di Rete

Sei botnet responsabili dell’85% dello spam

Sei botnet sono state
responsabili dell'85% di tutto lo spam generato nel solo mese di
febbraio.
Secondo l'azienda di sicurezza Marshal's Threat
Research e il Content Engineering Team (TRACE) si tratta di una vera
e propria novità: mai così poche botnet hanno saputo
generare da sole tanto traffico spazzatura.

Pare che addirittura
una delle sei botnet, chiamata Srizbi, abbia prodotto circa il 39% di
tutto lo spam. Seguono Rustock, con il 20%, e Mega-D con l'11%.
"Mega-D, nel mese di Gennaio, è riuscita a generare circa un
terzo di tutto il traffico spazzatura. Questo mese è riuscita
a produrne solo l'11% perché per la prima volta in Rete è
trapelato il suo nome e gli amministratori hanno deciso di metterla
fuori servizio per circa due settimane", ha dichiarato Bradley
Anstiss, vice presidente Marshal.

Srizbi utilizzava una
tecnologia malware stealthy e come esca materiali correlati al mondo delle celebrità
per catturare l'attenzione delle sue vittime. Rustock,
Hacktool.Spammer e Pushdo sfruttavano invece dei link a siti web
targati "Express Herbals" o "Herbal King". "Dopo aver
identificato le botnet responsabili di quasi tutto lo spam mondiale,
speriamo che l'industria della sicurezza informatica possa
contribuire con altri mezzi ad arginare significativamente il
fenomeno", ha concluso Anstiss.