CPU

SMIC costruirà l’impianto di produzione di semiconduttori più grande della Cina

SMIC ha annunciato l’intenzione di costruire il più grande impianto di produzione di semiconduttori della Cina vicino a Shanghai. La fabbrica costerà 8,87 miliardi di dollari e avrà una capacità pianificata di 100.000 wafer da 12″ (WSPM) al mese. La struttura utilizzerà tecnologie di produzione mature adatte a un’ampia gamma di applicazioni.

Credit: SMIC
SMIC

La nuova fabbrica di SMIC sarà situata nella Lin-Gang Pilot Free Trade Zone (FTZ) e sfrutterà tecnologie di processo a 28nm e superiori. Tali nodi vengono utilizzati per realizzare tantissimi chip, inclusi display driver IC (DDIC), microcontrollori, controller di rete e controller Wi-Fi. Tali chip hanno un ciclo di vita molto lungo e al giorno d’oggi scarseggiano; quindi, il nuovo impianto avrà probabilmente molti clienti quando diventerà operativo, supponendo che persista l’attuale elevatissima domanda. Come da tradizione per SMIC, la fabbrica sarà costruita grazie ad una joint venture in cui SMIC controllerà una quota del 51%. Lo Shanghai Municipal People’s Government deterrà il 25% e il restante 24% sarà di proprietà di investitori terzi che devono ancora essere trovati. Il capitale sociale della joint venture sarà di 5,5 miliardi di dollari.

SMIC è stata inserita nella lista nera dal governo degli Stati Uniti alla fine dello scorso anno e questo ha reso quasi impossibile per l’azienda procurarsi le attrezzature più recenti da aziende americane. Ciò non solo ha rallentato l’evoluzione dei processi di produzione a 14 nm basati su FinFET e i suoi successori, ma ha anche ostacolato la sua capacità di sviluppare tecnologie a 10 nm e sub-10 nm. Di conseguenza, il produttore ha dovuto porre l’accento sui nodi maturi, come 28 nm e oltre; quindi, costruire un impianto che utilizzerà processi più vecchi è coerente con l’attuale strategia di SMIC.

Credit: SMIC
SMIC

All’inizio di quest’anno, la compagnia aveva già annunciato l’intenzione di costruire una fabbrica da 2,35 miliardi di dollari vicino a Shenzhen che dovrebbe essere operativa nel 2022. L’impianto lavorerà wafer utilizzando nodi da 28nm e superiori, ma la sua capacità di produzione sarà, per iniziare, di circa 40.000 wafer al mese. I partner statunitensi dell’azienda hanno richiesto licenze di esportazione per apparecchiature progettate per i nodi della generazione precedente all’inizio di quest’anno e supponendo che il Department of Commerce degli Stati Uniti le conceda, SMIC non dovrebbe avere problemi ad attrezzare i suoi nuovi impianti di produzione.