Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

SMS troppo cari? Sciopero!

I nuovi piani tariffari dei gestori di telefonia mobile elevano in modo spropositato e ingiusto il prezzo degli SMS. La denuncia arriva dal coordinamento di Intesa Consumatori, secondo cui il ritocco verso l’alto delle tariffe viene effettuato in un modo che a molti utenti impedirebbe di capire quanto accade. Le associazioni hanno rilevato come fino […]

I nuovi piani tariffari dei gestori di telefonia mobile elevano in modo spropositato
e ingiusto il prezzo degli SMS. La denuncia arriva dal coordinamento di Intesa
Consumatori, secondo cui il ritocco verso l’alto delle tariffe viene effettuato
in un modo che a molti utenti impedirebbe di capire quanto accade.

Le associazioni hanno rilevato come fino a poco tempo fa il prezzo medio degli
sms era di 12 centesimi + Iva. Una tariffa che ora, con i nuovi profili varati
dai gestori, è salita a 15 centesimi + IVA. Si tratta di un aumento del
25 per cento che i consumatori definiscono "una enormità",
visto anche che il costo di gestione per la spedizione e la trasmissione di
un SMS per l’operatore mobile secondo Intesa non supera 0,1 centesimi di euro.

L’Intesa dei consumatori svela le carte e si pone un interrogativo non
di poco conto: come mai tutti i gestori si sono allineati praticando le stesse
tariffe? E dove è finita la concorrenza? E se qualcuno pensasse che ci
sia stato un cartello?
Queste le domande che hanno spinto ADOC, ADUSBEF, CODACONS e FEDERCONSUMATORI
a presentare un esposto all’Autorità garante del mercato per verificare
se non vi sia un accordo illegale tra gli operatori mirato a danneggiare la
libera concorrenza e, dunque, i consumatori.

Intesa si riserva addirittura di indire un giorno di sciopero degli sms nel
quale tutti gli utenti verranno invitati ad astenersi dal mandare messaggini
per un’intera giornata.