Software

Snow Leopard con Quick Time Pro è più leggero

Snow Leopard potrebbe includere la versione completa di Quick Time, quindi gli utenti Apple avrebbero accesso a tutte le funzioni della versione Pro, senza sovraprezzo.

Tutte le funzioni sarebbero, secondo MacRumors, disponibili a tutti gli utenti di Snow Leopard, la prossima incarnazione di Mac OS X. La conferma verrebbe dal fatto che dal pannello dell'applicazione sono del tutto scomparse le voci per acquistare e registrare la versione Pro.


quick-time
Le due diverse versioni di Quick Time, probabilmente un ricordo del passato, per gli utenti Apple.

La prossima versione di Quick Time, infine, dovrebbe ottimizzare l'interazione con iPhone.

Se da una parte Snow Leopard guadagna un Quick Time più completo, dall'altra si limita di elementi di dubbia utilità: i driver per stampanti preinstallati.

Fino ad oggi abbiamo visto sistemi operativi dotati di numerosi driver per stampanti  di terze parti. Si tratta, però, di una pratica sempre più problematica: da una parte i driver sono sempre più pesanti, e vedono aggiornamenti sempre più frequenti, e dall'altra la continua uscita di nuovi modelli rende velocemente obsoleti quelli preinstallati, che diventano un peso inutile, per non parlare delle difficoltà di aggiornamento.

Per ridurre il peso di Snow Leoaprd, quindi, Apple ha deciso di liberarsi di questi driver, che saranno scaricati su richiesta, e il sistema aiuterà l'utente con una funzione per riconoscere le stampanti collegate, sia su porta USB che in rete.

leopard-printer-driver
Invece di installare driver inutili, Snow Leopard si limiterà a pochi mega per la funzione d'aggiornamento.

L'unica eccezione saranno i driver per stampanti che sono già state collegate al Mac, se si aggiorna un sistema esistente: in questo caso i driver necessari vengono installati.

Grazie a questa scelta Snow Leopard si scrollerà di dosso diversi GB pressoché inutili, e la sua installazione sarà, quindi, molto più leggera. 

Una pratica simile  è stata applicata, tra le altre cose, a GarageBand 09: i video didattici non saranno più installati nella loro totalità, ma scaricati in base alle scelte dell'utente. La stessa idea si potrebbe applicare ai pacchetti linguistici e ai caratteri installati (font).