Tom's Hardware Italia
Software

Soluzione: Installare Windows 10, impossibile aggiornare la partizione del sistema riservata

Guida alla soluzione dell'errore nell'installazione di Windows 10, che riporta il messaggio impossibile aggiornare la partizione del sistema riservata. Si tratta di modificare una partizione riservata, ed è possibile farlo usando una semplice applicazione gratuita oppure seguendo qualche passaggio più complicato.

Impossibile installare Windows 10, impossibile aggiornare la partizione del sistema riservata. Se non riuscite a installare il nuovo sistema operativo Microsoft e vedete questo messaggio di errore, questa guida è quello che cercate.

Con alcuni sistemi Windows 7 (o pochi Windows 8.1) la partizione riservata di sistema è troppo piccola per l'installazione di Windows 10. Lo strumento d'installazione però non prevede un sistema per risolvere questo problema automaticamente, e quindi si blocca. La partizione in questione deve essere più grande di 100 MB affinché Windows 10 si possa installare.

Screenshot 2015 08 19 08 36 55

Il metodo più semplice è ingrandirla – non è sempre possibile ma vale la pena di provarci. Prima di tutto scarichiamo "Minitool Partition Wizard", uno strumento che gestisce le partizioni del disco un po' più potente rispetto a quello integrato in Windows. Avviando Minitool Partition Wizard vedrete una schermata simile a quella in questa pagina. Trovate la partizione da 100 MB, cliccate con il tasto destro e selezionate "Extend". Dovrebbe essere più che sufficiente.

Questa operazione risolve il problema in molti casi, ma non sempre. Se per voi non è valida, provate a fare quanto segue.  

Localizzate la partizione da 100 MB con Gestione Disk o Minitool Partition Wizard. Clicchiamo con il tasto destro e poi scegliamo il comando per cambiare la lettera. Assegnate Y alla partizione.

Lanciate il prompt dei comandi come amministratore. In Windows 7 andrà creato un collegamento a cmd.exe, per poi modificarne le proprietà assegnandogli i privilegi di amministrazione. Eseguite i comandi che seguono.

takeown /f . /r /d y

icacls . /grant administrators:F /t

attrib -h -s -r bootmgr

A questo punto l'unità Y si può vedere in Eplora Risorse. Trovatela e modificate le opzioni affinché siano visibili i file nascosti e quelli di sistema (Opzioni Cartella). Ora potrete visualizzare la cartella di avvio (boot); entrateci ed eliminate tutte le lingue tranne l'italiano (o l'inglese, se preferite). Per cancellare usate il comando Shift+Delete, per evitare che i dati vengano semplicemente spostati nel cestino. Dopodiché svuotate il cestito.

Tornate al prompt dei comandi con privilegi di amministrazione. Inserite il comando "chkdsk Y: /F /X /sdcleanup /L:5000" (senza virgolette). Così facendo limitate la dimensione del fil log di Windows, ed evitate che sia lui a occupare lo spazio necessario.

A questo punto potente installare Windows 10. Al termine, con il nuovo sistema operativo, tornate alla gestione delle partizioni e togliete la lettera dalla partizione di avvio.

Leggi anche: Installare Windows 10 subito, come forzare l'installazione

Questa procedura vi è servita? Siete riusciti a installare Windows 10, magari forzando l'installazione come abbiamo visto qualche giorno fa? Avete qualche altro tipo di problema? Provate a chiedere nel nostro forum!