Storage

La velocità degli SSD

Pagina 2: La velocità degli SSD

La velocità degli SSD

Ormai il vantaggio degli SSD sugli hard drive non è più una novità. Gli appassionati e i professionisti sanno che valore dare a velocità di trasferimento pari o superiore a 200 MB/s, consumi minori e maggiore robustezza fisica, oltre al fatto di recuperare prestazioni con i sistemi operativi più vecchi. I più attenti inoltre guarderanno alle prestazioni I/O, all’efficienza e ai dettagli di design per quanto riguarda cache, wear levelling, TRIM e supporto RAID. Tutti dettagli che possono fare una grande differenza quando si vogliono valutare le prestazioni di un sistema di archiviazione.

I nuovi SSD Samsung della serie 470 sono i candidati perfetti per un confronto tra sistemi RAID, perché rappresentano lo stato dell’arte nelle tecnologie d’archiviazione. Se volete conoscere le prestazioni di altri SSD in circolazione, vi rimandiamo ai nostri articoli comparativi e guide:

Comparativa SSD: tre modelli a confronto
Comparativa SSD: 5 modelli a confronto
Guida: aggiornare l’hard disk del PC Desktop con un SSD
Cambiare l’hard disk del notebook e installare un SSD
Guida all’acquisto per gli SSD – Solid State Drive
12 SSD da 2.5″ e 1.8″ a confronto

Mettiamo quindi a confronto due SSD Samsung da 256 GB con due sistemi RAID, entrambi composti da dischi Fujitsu MBA3147RC da 15.000 RPM, abbinati a controller SAS di classe enterprise. In tutti i casi si tratta di RAID 0, che porta al massimo le prestazioni. I due RAID di dischi magnetici si differenziano esclusivamente per il numero di dischi, quattro nel primo caso e otto nel secondo.