Tom's Hardware Italia
Storage

SSD Western Digital con memoria BiCS4 a 96 layer nei prossimi mesi

Western Digital ha iniziato a spedire SSD consumer basati su memoria BICS4 a 96 layer. Attendiamoci nuovi prodotti nella seconda metà dell'anno.

Western Digital ha iniziato a spedire SSD consumer basati su memoria BICS4 a 96 layer, tenendo fede a quanto dichiarato lo scorso anno.

Nel corso dell’ultimo anno Western Digital ha usato il nuovo tipo di NAND flash per diversi dispositivi di storage, ma la produzione ha ora raggiunto un livello tale che nella seconda metà si toccherà il picco più alto, cosa che le consentirà di realizzare nuovi prodotti di largo consumo.

BICS4 è il nome della memoria 3D NAND a 96 layer presentata formalmente da Western Digital e Toshiba nel 2017.  L’offerta include sia memorie TLC che QLC, con tagli che vanno dai 256 Gbit a 1 Tb.

Inizialmente WD ha prodotto 3D NAND TLC da 256 Gb per alcuni dispositivi di archiviazione come chiavette USB o schede di memoria, mentre adesso la memoria è pronta al grande salto, ovvero a finire sugli SSD.

Durante la conference call sui risultati del primo trimestre 2019, il CEO Stephen Milligan ha affermato che l’azienda “ha già iniziato a spedire gli SSD client NVMe basati su tecnologia BICS4 a 96 layer”. Non sono stati forniti ulteriori dettagli né è stato annunciato ufficialmente alcun SSD consumer, ma è chiaro che qualcosa si muoverà nella seconda metà dell’anno.

Non rimane quindi che capire se si tratti di SSD OEM (che di solito non sono soggetti ad annunci) o se effettivamente ci siano piani per portare nuove soluzioni consumer sul mercato, andando ad esempio a rinnovare l’offerta già caratterizzata dall’ottimo WD Black SN750.

Western Digital ha inoltre rivelato che nel secondo trimestre BICS4 rappresenterà oltre il 25% della memoria disponibile alla consegna in termini di bit ed entro fine anno diventerà la memoria principale realizzata nei propri impianti.