Storage

Supercomputer con GPU Nvidia a Zurigo per studio e ricerca

Lo Swiss Federal Institute of Technology in Zurich (ETH Zurich, Politecnico federale di Zurigo) e Nvidia hanno annunciato una partnership per stabilire un "Co-Design Lab" che si occupi di calcolo multi-core ibrido all'interno dell'ateneo. Studenti e scienziati avranno accesso a sistemi di supercomputing e ambienti di programmazione basati sulle GPU della casa di Santa Clara.

"Offriremo corsi di formazione sul posto e gli ultimi strumenti per aiutare gli scienziati a calibrare le loro ricerche sui supercomputer accelerati dalle GPU attuali e di prossima generazione. Lavoreremo poi con gli scienziati per far progredire i loro modelli computazionali in modo che riescano a usare completamente la potenza della GPU", ha affermato Nvidia.

Supercomputer con le GPU, non è certo il primo

La collaborazione tra chi progetta i sistemi di calcolo, gli integrator, gli sviluppatori di applicazioni e i ricercatori permetterà a tutte le parti coinvolte di scambiarsi idee ed esperienze che velocizzeranno lo sviluppo di applicazioni e tecnologie che daranno nuovo vigore alla ricerca scientifica.

Il Co-Design Lab dell'ETH di Zurigo si focalizzerà su sei aree: meteorologia e clima; geofisica; scienza dei materiali e nanotecnologia; biologia; astrofisica e fisica del plasma; ingegneria biomedica e meccanica dei fluidi. Lo Swiss National Supercomputing Center (CSCS) di Lugano collaborerà con il laboratorio, offrendo risorse di calcolo ed esperienza nell'uso efficiente di sistemi accelerati dalle GPU.

In aggiunta all'attuale infrastruttura, sarà messo a disposizione dei ricercatori dalla primavera del 2014 il nuovo CSCS "Piz Daint", un supercomputer accelerato da schede Tesla K20X, basate su GPU GK110 con 2688 CUDA core attivi a 732 MHz, accompagnata da 6 GB di memoria GDDR5 a 5.2 GHz. "Diventerà, probabilmente, il supercomputer basato su GPU più veloce in Europa", sottolinea Nvidia.