Computer Portatili

Surface Pro 3 non scalda troppo, ma arriva un upgrade

Microsoft ha preso atto del problema di surriscaldamento dei tablet Surface Pro 3 e promette un aggiornamento il più presto possibile. L'azienda ha redatto una nota ufficiale in risposta alle sollecitazioni, in cui parla di "un numero molto piccolo di Surface Pro 3 con Core i7 Intel che mostrano un funzionamento non corretto".

La dimensione del problema in effetti non è chiara: sul forum di supporto ufficiale ci sono 36 pagine di commenti, alcuni postati dagli stessi utenti che aggiungono ulteriori dettagli, taluni che riferiscono di un'esperienza d'uso positiva.

Surface Pro 3

In ogni caso molti lamentano che il sistema, solo nella versione con Core i7, produce un calore eccessivo sulla parte posteriore del tablet, che la ventola continua a girare al massimo anche quando il computer è in idle o durante un uso moderato, e che si verificano riavvii inaspettati.

Il team di Surface spiega di avere condotto un'indagine e di avere appurato che il problema di riavvio anomalo si verifica solo in alcune condizioni, non quando il tablet viene acceso da zero. La questione dovrebbe risolversi mediante un aggiornamento software "che sarà pronto il ??più presto possibile".

Quanto al lavoro extra delle ventole e al calore sul pannello retrostante, Microsoft sostiene invece che siano normali dato che il Core i7 produce più calore dei Core i3/Core i5. Per questo si percepisce maggiore calore e la ventola si attiva più spesso e a velocità più elevate. In ogni caso è da sottolineare che secondo Microsoft la produzione di calore è in linea con le aspettative e non causerà alcun danno ai componenti interni. Insomma non sarebbe un difetto ma un effetto collaterale da pagare per avere scelto la dotazione più potente.

Microsoft Surface Pro 3 128GB Microsoft Surface Pro 3 128GB

Le schede tecniche di Microsoft non sono dettagliate, ma stando a quanto riportato da Ed Bott di ZDNet i processori installati sono Core i3-4020Y, Core i5-4300U e Core i7 -4650U. Soffermandoci su questi ultimi due, le specifiche non supportano granché le dichiarazioni di Microsoft: il TDP di questi due Core i5 e Core i7 è identico (15 Watt), e i processori sono molto simili, salvo la differenza che il Core i7 con carichi Single Thread raggiunge una frequenza più elevata: 3.3 GHz, rispetto ai 2.9 del Core i5. La frequenza base invece è più bassa di quella del Core i5.

La morale è che se si usa un carico single thread e il processore sta per molto tempo alla frequenza di picco potrebbe scaldare molto di più, ma con un uso normale questo caso non dovrebbe verificarsi se non con estrema rarità.