Schede madre

Tariffe ADSL: Italia fanalino di coda dell’Eu

È risaputo che l’Italia, a livello di telecomunicazioni è uno dei fanalini di coda dell’Europa occidentale. Per quanto riguarda le contraddizioni, invece, siamo sempre un passo avanti.
Qualche giorno fa un nostro lettore mi ha segnalato una situazione veramente paradossale, corredata da link molto interessanti.
Pare che note società italiane – o comunque operanti in Italia – offrano all’estero abbonamenti ADSL a prezzi inferiori rispetto a quelli praticati nel bel paese, spesso uniti a prestazioni superiori.

I fortunati navigatori francesi, per esempio, possono sottoscrivere un veloce contratto ADSL da 2 MB/s a solo 30 euro al mese, proprio con quella stessa Tiscali che in Italia ne chiede 36.95 per una semplice 640. La società fondata da Renato Soru offre prezzi incredibilmente bassi anche in Olanda e Germania.
Gli utenti italiani di Alice potrebbero avere a loro volta da ridire: a Parigi collegarsi con AliceADSL alla velocità di 1MB/S costa solo la metà che a Milano.


Una linea ADSL da 2 Mb/s a meno di 20 euro al mese, tutto compreso… Se non si attiva la preselezione con Tele2, il costo viene aumentato di 5 euro al mese. Ci piacerebbe avere di questi problemi anche in Italia!

Tele2 non poteva essere da meno, e in Francia offre un pacchetto veramente concorrenziale. All’ombra della Torre Eiffel una linea ADSL da 2 MB/s costa 19.85 euro, accontentandosi di 1 MB/s si passa alla cifra record di 14.85 euro/mese.

Questa tabella riassume i prezzi mensili dei pacchetti ADSL flat 24 di alcuni provider presenti in diversi stati dell’area Euro. I prezzi si riferiscono ad abbonamenti che non includono hardware o installazioni domestiche.

  Italia Francia Germania Spagna Olanda
Tiscali 36.95 30.00 15.90 36.95 14.95
AliceADSL 36.95 15.95 N/A N/A N/A
Tele2 33.95 14.85 N/A N/A N/A

Naturalmente l’assurdo concetto di "Attivazione" in paesi come la Francia non esiste nemmeno, si paga la tariffa mensile, punto.

Al nostro lettore che si riteneva offeso da questa disparità di prezzi, non posso che rispondere che io stesso sono senza parole. Finora il capro espiatorio di ogni gestore "alternativo" di telecomunicazione è sempre stata Telecom Italia, sinceramente io ritengo che ci sia una mancanza di concorrenza, quella vera e agguerrita che porta sempre a vantaggi per l’utente finale.

Se i provider in questione hanno delle spiegazioni da fornirci a riguardo, saremo ben lieti di pubblicarle.
Nel frattempo, non ci resta che sognare le tariffe francesi e tedesche, assieme con gli amici spagnoli che, a quanto pare, sono messi come noi.