Storage

Teamgroup T-Force Delta Max – Recensione


Teamgroup T-Force Delta Max
Capacità
1 TB
Form Factor
2,5"
Interfaccia / Protocollo
SATA III
Controller
Silicon Motion SM2258
Tipo memoria
Samsung V-NAND 64L TLC

Il mondo degli SSD è ricco di alternative. Chiunque ormai offre soluzioni adatte a tutte le necessità, sia che si cerchi un’unità con interfaccia SATA, sia che si voglia una soluzione top di gamma PCI-Express. Per distinguersi dalla massa serve qualcosa in più oltre alle prestazioni, qualcosa che gli altri non offrono: Teamgroup ha pensato che la scelta giusta fosse inserire uno specchio. Ecco quindi che l’azienda ha deciso di integrare nel suo SSD T-Force Delta Max uno specchio che riflettesse gli RGB presenti nella parte superiore, così da creare una faccia completamente illuminata. 

Questa particolare soluzione ha dato vita ha un SSD particolare, unico nel suo genere. I LED RGB possono ovviamente essere controllati tramite il software della scheda madre, sarà sufficiente collegare l’header 5V 3 pin. Se però non avete connettori disponibili sulla scheda madre, non disperate: grazie al cavo micro-USB che si collega a uno degli header USB 2.0 della motherboard, potrete godere di un’illuminazione RGB con effetto arcobaleno.

Lasciando un attimo da parte gli RGB e il particolarissimo specchio (che potete vedere nella foto qui sopra), parliamo delle caratteristiche tecniche. il T-Force Delta Max di Teamgroup è un SSD con il classico form factor 2,5 pollici, dotato di interfaccia SATA 6Gbps ed equipaggiato con memorie V-NAND 64L TLC prodotte da Samsung. Il controller è invece un Silicon Motion SM2258, mentre la DRAM è di tipo DDR3.

Il T-Force Delta Max è disponibile in tre differenti tagli di memoria: 256 GB, 512 GB e 1 TB. Le prestazioni sequenziali e casuali variano in base al modello, così come la resistenza, mentre per tutti e tre i T-Force Delta Max Teamgroup offre una garanzia di 3 anni. Qui sotto vi lasciamo una tabella riepilogativa delle specifiche.

  T-Force Delta Max 256 GB T-Force Delta Max 512 GB T-Force Delta Max 1TB
Capacità (disponibile / RAW) 250 GB / 256 GB 500 GB / 512 GB 1000 GB / 1024 GB
Interfaccia  SATA 6Gbps SATA 6Gbps SATA 6Gbps
Form Factor 2,5″ 2,5″ 2,5″
Controller Silicon Motion SM2258 Silicon Motion SM2258 Silicon Motion SM2258
DRAM DDR3 DDR3 DDR3
Memoria Samsung 64L TLC Samsung 64L TLC Samsung 64L TLC
Lettura sequenziale 560 MB/s 560 MB/s 560 MB/S
Scrittura sequenziale 500 MB/s 510 MB/s 510 MB/s
Lettura casuale 90000 IOPS 90000 IOPS 90000 IOPS
Scrittura casuale 75000 IOPS 80000 IOPS 80000 IOPS
Resistenza 60 TBW 120 TBW 240 TBW
crittografia N/A N/A N/A
Garanzia 3 anni 3 anni 3 anni

Prestazioni

Abbiamo testato il Teamgroup T-Force Delta Max con la nostra classica suite di prova dedicata ai dispositivi di archiviazione, che include test di tempi d’avvio e carichi reali di lettura e scrittura. Abbiamo confrontato il T-Force Delta Max con il GoodRAM CX400 (una delle migliori soluzioni per chi cerca un SSD valido a poco prezzo) e un WD Blue di Western Digital, inserito per sottolineare quanto divario ci sia in termini di prestazioni tra HDD e SSD di qualità. Nei prossimi giorni inseriremo nei grafici ulteriori SSD SATA, in modo da ampliare il confronto.

Configurazione di prova

Processore AMD Ryzen 9 3900X (acquistabile qui)
Dissipatore AMD Wraith Spire RGB (acquistabile qui)
Scheda madre Asus ROG X570 Crosshair VIII Hero (acquistabile qui)
RAM G.Skill TridentZ Royal 16 GB 3600 MHz (acquistabile qui)
Archiviazione SSD PCIe 4.0 Corsair MP600 2 TB (acquistabile qui)
Alimentatore Asus ROG Thor 850M (acquistabile qui)
Scheda video Asus ROG Strix RTX 2080 Ti (acquistabile qui)
Sistema operativo Windows 10 versione 1909 (acquistabile qui)

CrystalDiskMark

Con CrystalDiskMark abbiamo eseguito dei test per ottenere un valore nominale delle prestazioni dell’unità, questo per quanto riguarda i valori in lettura / scrittura. Nei grafici abbiamo incluso come valori casuali quelli inerenti al dato QD1. Quando ci riferiamo al Queue Depth ovvero la “profondità di coda”, intendiamo quante operazioni di I/O (IOPS) il sistema operativo è in grado di inviare ad un determinato dispositivo, prima di attendere una risposta (a una qualsiasi di queste operazioni) da esso.

Per l’utilizzo quotidiano della stragrande maggioranza degli utenti, il valore QD1 rappresenta quello più interessante per poter determinare o meno l’acquisto, in quanto la maggior parte delle operazioni che eseguiamo vertono su questo valore.

Le prestazioni sequenziali del T-Force Delta Max sono in linea con quanto dichiarato dall’azienda, raggiungendo i 470 MB/s in scrittura e sfiorando i 550 MB/s in lettura. Il GoodRAM CX400 offre performance leggermente inferiori in lettura, ma quelle in scrittura risultano migliori.

Anche guardando alle prestazioni casuali il T-Force Delta Max offre buoni risultati, segno che non darà problemi nell’utilizzo quotidiano e risulterà sempre reattivo ai vari input.

DiskBench

Con DiskBench cerchiamo di ottenere un valore che possiamo usare per indicare un utilizzo tipico “reale”, e quindi testare le velocità di copia e lettura dell’unità di archiviazione usando dati scelti dall’utente, per ottenere un dato nelle prestazioni il più fedele possibile.

Abbiamo scelto per il test di copia una cartella di 30 GB, per una maggiore affidabilità la cartella è stata preparata con file di diverso tipo e dimensioni come immagini, video e documenti vari. Il T-Force Delta Max offre prestazioni eccellenti raggiungendo i 452 MB/s, valore molto vicino ai 470 MB/s registrati nel test di CrystalDiskMark. Il GoodRAM CX400 invece fatica, finendo dietro al WD Blue.

Per quanto riguarda il test di lettura, abbiamo optato per un singolo file da 6GB. Anche qui il T-Force Delta Max garantisce prestazioni soddisfacenti, facendo registrare una velocità di 486,2 MB/s.

Final Fantasy XIV Stormblood

Ultimo come di consueto, il benchmark su Final Fantasy XIV Stormblood, il test integrato in questo titolo ci permette di ottenere un valore per quanto riguarda i possibili tempi di caricamento di scenari all’interno di giochi reali.

Anche qui il T-Force Delta Max offre performance valide, caricando gli scenari di gioco di Final Fantasy XIV in un tempo medio di 14,9 secondi, praticamente lo stesso risultato ottenuto dal GoodRAM CX400 e oltre 10 secondi inferiore rispetto a quello fatto segnare dal WD Blue.

Conclusioni

Il Teamgroup T-Force Delta Max è un SSD valido, che offre prestazioni solide in tutti i carichi di lavoro e ha le carte in regole per affermarsi tra i migliori SSD SATA oggi in commercio. Gestisce senza problemi le operazioni di lettura e scrittura, è sempre scattante e anche l’avvio di giochi e applicazioni non è mai problematico.

Lo specchio sulla parte superiore è il tocco di stile che rende il T-Force Delta Max unico nel suo genere. Per la gioia di chi ama gli RGB, l’effetto con i LED accesi è bello e particolare, sia che lo personalizziate tramite il software di gestione della vostra motherboard sia che decidiate di mantenere l’effetto arcobaleno preimpostato. Il T-Force Delta Max è però altrettanto bello anche da spento, lo specchio garantisce un aspetto davvero unico, che spicca su quello degli SSD classici.

Parlando di prezzi, il Teamgroup T-Force Delta Max è disponibile a 65 euro per il modello da 256 GB (Amazon), circa 105 euro per quello da 512 GB (Amazon) e 145 euro per il modello da 1 TB (Amazon). Insieme a una garanzia di soli 3 anni e a una resistenza sotto la media, il prezzo è senza dubbio uno dei punti deboli del T-Force Delta Max; altri SSD SATA di qualità, come quelli offerti da Samsung e Crucial, sono disponibili all’acquisto a prezzi uguali o inferiori.

In conclusione, se siete alla ricerca di un SSD SATA dalle ottime prestazioni ma non vi interessano gli RGB, magari perché dovete installarlo nel vostro portatile o perché il vostro case ha gli slot dedicati alle unità di archiviazione nella parte posteriore, forse fareste meglio a valutare altr opzioni. Se però siete amanti dei LED RGB e state cercando un SSD che offra performance eccellenti e che completi perfettamente la vostra build, il T-Force Delta Max è la scelta perfetta: esteticamente, potrebbe perfino essere la parte più bella del vostro nuovo PC.

Teamgroup T-Force Delta Max

Il Teamgroup T-Force Delta Max è un SSD con interfaccia SATA 6Gbps, equipaggiato con memorie Samsung V-NAND 64L TLC e controller Silicon Motion SM2258. Offre ottime prestazioni e un design unico nel suo genere, grazie allo specchio che ricopre la parte superiore e riflette l’illuminazione RGB.


Verdetto

L'SSD T-Force Delta Max di Teamgroup stupisce, non solo per l'estetica unica nel suo genere ma anche per le prestazioni da top di gamma per il segmento SATA. Se avete bisogno di un nuovo SSD in grado di affrontare senza problemi carichi di lettura e scrittura, che sia veloce e reattivo nell'avviare i software e che abbia dei LED RGB per non rompere l'armonia della vostra build, questa è la scelta giusta. Peccato per il prezzo, leggermente superiore a quello delle proposte dei principali concorrenti, ma del resto si sa: la bellezza si paga.

Pro

- Aspetto estetico;
- Prestazioni.

Contro

- Prezzo.