Monitor

Angoli di visione, uniformità, risposta e lag

Pagina 3: Angoli di visione, uniformità, risposta e lag

Angoli di visione

angoli visione
Clicca per ingrandire

Sappiamo tutti che gli angoli di visione sono il tallone d'Achille dei TN. I pannelli recenti hanno fatto miglioramenti marginali per quanto riguarda la qualità. La tendenza al colore rosso è ancora presente sul piano orizzontale, ma a differenza dei vecchi progetti, l'AG251FZ mantiene il livello di dettaglio scuro molto meglio.

La maggior parte degli schermi TN mescolerà i due o tre blocchi in basso, che rappresentano una luminosità dello 0%, 10% e 20%. Dall'alto potete vedere tutti i passi, il range dinamico è considerevolmente inferiore rispetto a quello ideale. Fintanto che questi monitor rimangono sotto 27", sono accettabili, ma quando IPS e VA raggiungeranno velocità simili, i giorni dei TN saranno contati.

Uniformità schermo

test 16
test 17
test 18

L'uniformità dello schermo è un problema specifico del nostro sample, non qualcosa di legato in particolare alla tecnologia. Non dovreste trarre la conclusione, in base ai risultati odierni, che l'IPS è inferiore in questa area. Siamo rimasti molto impressionanti dall'eccellente controllo qualità dimostrato dal nuovo pannello di AU Optronics, che è nei primi tre posti nel test sul campo di nero. L'AG251FZ raggiunge uno dei valori più bassi che abbiamo mai registrato a 3,47% e 3,75% per la misura del campo bianco. Certo, è ben al di sotto della soglia visibile, come lo è la variazione dell'errore colore misurato di 1,47 dE. Non può essere molto migliore.

Risposta pixel e input lag

Per quelli di voi che sono saltati alla fine, ecco la vostra ricompensa: l'AG251FZ è uno dei monitor più rapidi che abbiamo mai testato. Non c'è molto da dire. Nessuno vedrà una differenza tra sei e sette millisecondi, ma l'input lag è un valore più importante e l'AOC eccelle.

test 19
test 20

Questo test è stato fatto in modalità FreeSync, il che significa che la funzione Low Input Lag è stata disattivata. Ovviamente il monitor ha bisogno del suo frame buffer per attivare l'adaptive-sync. Chiaramente non c'è un penalty nel scegliere AMD rispetto a Nvidia in questo caso. Solo Asus riesce a superare AOC in questo test. Se state cercando la risposta migliore possibile dai controlli da un monitor FreeSync, l'avete trovata.

Gaming con FreeSync

Il nostro sistema di prova AMD è datato con la Radeon R9 285, ma giocando Tomb Raider a dettagli Ultimate, riesce comunque a produrre oltre 65 FPS durante le scene più intense. Le sezioni meno esigenti possono arrivare a 80 FPS. Ovviamente è ben al di sotto delle capacità dell'AG251FZ, ma il gameplay è senza dubbio soddisfacente.

FreeSync è operativo al massimo e impostare l'overdrive su medio restituisce un movimento molto fluido. La parte migliore è che non sperimenterete del lag percepibile in questo schermo. Quello che abbiamo perso nella risoluzione è più che compensato dalla velocità. Anche quando non siete nemmeno vicini a 240 FPS, un monitor come questo ha un impatto enorme.

L'avvio di Far Cry 4 ci ha insegnato una cosa: non vorrete giocare sotto 48 FPS. Anche se l'AG251FZ supporta la low framerate compensation (LFC), grazie all'ampio intervallo del refresh rate variabile, abbiamo visto un effetto immediato sull'input lag. Il processing introduce un po' di latenza nei controlli.

Fortunatamente il nostro sistema ci ha permesso di giocare piuttosto bene riducendo il livello di dettaglio da Ultra a Very High. Con un framerate oltre 70, la nostra fiducia nel monitor è stata ripristinata – è uno dei benefici della risoluzione Full HD.

Anche se il nostro sistema è modesto per gli standard attuali, l'AG251FZ ci ha mostrato che è uguale alle controparti G-Sync. Ad alte velocità, fornisce l'esperienza di gameplay più fluida mai vista.