Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Temperature e rumorosità

Pagina 5: Temperature e rumorosità
Recensione Aorus GTX 1080 Ti Xtreme Edition 11G, scheda video personalizzata da Gigabyte basata su GPU Nvidia GP102.

Frequenze

I produttori possono dire ciò che vogliono. Le frequenze effettivamente raggiungibili sono soggette a diverse variabili difficili da controllare. La qualità della GPU, ad esempio, gioca un grande ruolo e non c'è modo di capire prima cosa avrete su quel fronte. Perciò è assolutamente possibile che una scheda nominalmente più lenta fatta da un partner finisca per essere più veloce di un modello con frequenze maggiori di un altro. Di conseguenza i confronti tra le schede devono essere approcciati capendo l'esistenza di qualche incertezza intrinseca.

I produttori di schede possono, tuttavia, controllare impostazioni e fattori ambientali che influenzano il modo in cui GPU Boost definisce la frequenza operativa, a seconda delle situazioni che incontra. Oltre alle specifiche come il power target o il margine di frequenza, la temperatura sotto carico è forse il fattore più influente nel definire prestazioni sostenibili.

temperature 01

Per la Aorus GTX 1080 Ti Xtreme Edition 11G abbiamo misurato una frequenza di GPU Boost iniziale di 2012 MHz durante il nostro loop gaming. Riscaldandosi, la scheda ha mantenuto una media di circa 1873 MHz durante la rilevazione di 30 minuti.

temperature 02

Con un power target leggermente maggiore e un'impostazione di raffreddamento più aggressiva, è probabile che 1,9+ GHz potrebbero essere sostenuti dentro un case chiuso.

Overclock

Certo, la scheda tollera un po' di overclock aggiuntivo. Nel nostro caso abbiamo raggiunto 2067 MHz stabili ad aria, anche se abbiamo dovuto intervenire nettamente sulla curva della ventola impostata da Gigabyte per abbassare le temperature. Questo ha portato ad avere ulteriore rumorosità.

Se pensate di overcloccare, considerate di aumentare il power target ad almeno 350W (spostando lo slider da ~135% al 150%).

La tabella sotto contiene i risultati dopo aver configurato la nostra scheda in Afterburner e una lunga sessione di test in The Witcher 3. Abbiamo ottenuto i valori nell'ultima fila senza aumentare la tensione, ma siamo dovuti intervenire manualmente, aumentando la frequenza di 50 MHz, per arrivarci.

Aumento frequenza Power Target (Afterburner) Tensione (Afterburner) Freq. media Tensione media Consumi
No   100% Standard 1873 MHz <0.9V 251.9W
No 100% Massimo 1873 MHz <0.9V 252.4W
No 150% Standard 2012 MHz <1.043V 322.8W
No 150% Massimo 2037 MHz <1.093V 346.2W
+50 MHz 150% Standard 2067 MHz <1.093V 342.9W

Fintanto che le vostre temperature rimangono sotto 65°C durante i carichi gaming, 2067 MHz sono fattibili e possono essere mantenuti quasi sempre, a parte cali occasionali. La giusta configurazione a liquido permette frequenze persino maggiori. Abbiamo già detto che abbiamo vinto alla lotteria delle GPU?

Per avere un buon overclock dalle memorie serve perseveranza e un po' di fortuna. Impostazioni che sembrano stabili funzionano nel breve termine e poi si dimostrano inadeguate dopo alcune ore di gioco. Nel caso del nostro sample, è stato possibile ottenere un extra da 300 a 400 MT/s. Oltre quel livello le prestazioni hanno iniziato a scendere nell'altra direzione.

Temperatura

aorus gtx 1080 ti xtreme edition 11g 04
Clicca per ingrandire

Dato che il backplate gioca un ruolo attivo nel raffreddamento, l'abbiamo lasciato per le nostre rilevazioni. Abbiamo però dovuto fare un po' di casino: prima di prendere le letture abbiamo rimosso il backplate e identificato i punti caldi della scheda. Questo ci ha permesso di ricavare dei fori nella piastra, direttamente sopra queste aree. Questi fori ci hanno consentito di prendere misure precise, anche con il backplate installato.

temperature 03
Clicca per ingrandire

Durante il gaming, la GPU rimane sotto 71 °C su un banchetto di prova aperto. Non è male per una scheda di punta. Il resto della scheda rimane piacevolmente fresco.

temperature 04
Clicca per ingrandire

In un case chiuso la temperatura della GPU sale tra 74 e 75°C, arrivando al target di temperatura fissato da Gigabyte. A quel punto le ventole devono lavorare al massimo. La memoria e la VRAM continuano a diventare più calde, ma le letture che osserviamo sono ancora piuttosto moderate.

temperature 05
Clicca per ingrandire

La situazione s'intensifica durante il nostro stress test. Qui i moduli di memoria vedono un carico termico persino maggiore a quello della GPU. Ciononostante non rileviamo alcun problema su un bacchetto di prova aperto.

temperature 06
Clicca per ingrandire

Un case chiuso non può spingere le temperature in un intervallo critico. La GPU sta alla temperatura che vuole Gigabyte, e gli altri componenti rimangono in buona forma. Questo lascia un po' di margine per l'overclock manuale.

Rumorosità

La Aorus GTX 1080 Ti Xtreme Edition 11G è estremamente silenziosa sul banchetto, dato che le ventole girano a bassi RPM. È solo quando la mettiamo in un case chiuso che le ventole accelerano, in particolare quando la GPU si avvicina a 74°C. Anche a quel livello però le ventole stanno sotto 1900 RPM.

rumorosita 01

Abbiamo registrato una velocità simile durante lo stress test, con le stesse conseguenze.

rumorosita 02

Usando la nostra camera anecoica a temperatura controllata, abbiamo registrato un massimo di 37,6 dB(A), che non è davvero male per una scheda di tale potenza.

Questo valore può essere un po' ingannevole. Inizialmente sospettavamo che i picchi nella gamma di 6 kHz fossero legati ai regolatori di tensione. Il rumore in idle era ancora udibile, fintanto che la ventola centrale girava. Si è fermata non appena vi abbiamo appoggiato un dito. Altri modelli non hanno questa falla; abbiamo preso in prestito le ventole di una vecchia scheda Xtreme Gaming per confermare che risolvono il problema.

rumorosita 03
Clicca per ingrandire

Se non spingete il power target oltre un tetto ragionevole, il dissipatore di questa scheda fa il proprio lavoro in modo adeguato ed è discreto. Anche in un case chiuso tutti i componenti a bordo rimangono abbastanza freddi e facilitano un po' di overclock manuale.