Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

Conclusioni

Pagina 2: Conclusioni
Prova della scheda video Asus ROG Poseidon GTX 1080 Ti Platinum Edition con sistema di raffreddamento ibrido, ad aria e a liquido.

Non è possibile eccellere in tutto. Questo test lo dimostra chiaramente. La scheda non ha problemi evidenti, né fa qualcosa in modo decisamente sbagliato. Tuttavia non raggiunge i massimi punteggi sotto aria e liquido. Semplicemente questo è il risultato di compromessi fatti per rendere la ROG Poseidon una scheda con un raffreddamento ibrido flessibile.

I punti forti sono l'overclock di fabbrica aggressivo e la possibilità di passare facilmente da aria a liquido senza invalidare la garanzia.

conclusioni
Clicca per ingrandire

E che dire invece dei punti deboli? Non appena installate la scheda in un case chiuso i piccoli deficit del dissipatore ad aria iniziano a emergere. La ROG Poseidon GTX 1080 Ti potrebbe essere meno efficace della ROG Strix GTX 1080 Ti per quanto riguarda le prestazioni di raffreddamento ad aria. Anche se la ROG Poseidon non è particolarmente rumorosa o calda, c'è spazio per un miglioramento.

La stessa conclusione si applica passando al water cooling. Una piccola heatpipe a U non ha possibilità contro un waterblock classico con microcanali. Inoltre, abbiamo notato che il flusso che attraversa l'heatpipe è stato quasi dimezzato rispetto alle soluzioni realizzate ad hoc. Anche se il comportamento è ancora accettabile, non permette alla ROG Poseidon di eccellere.

Alla fine, Asus ha optato per una soluzione semplice, forse per chi non si trova a proprio agio a installare il proprio waterblock. Se quello era l'obiettivo, l'azienda ha colpito nel segno. Le prestazioni sono ragionevoli sotto aria e liquido, e non ci sono inconvenienti quando dovete passare tra i due sistemi.

La scheda fa esattamente ciò per cui è nata, quindi si guadagna il nostro riconoscimento "Approved". Tuttavia è difficile da consigliare, in particolare a un prezzo tra 900 e 1000 euro. Potrebbe andare bene in una nicchia di applicazioni, ma gli appassionati che sanno cosa vogliono  troveranno soluzioni più adatte al loro scopo, meno care e con migliori prestazioni in ambedue le categorie.