Storage

Prestazioni in ambiente desktop

Pagina 2: Prestazioni in ambiente desktop

Abbiamo diviso il nostro test prestazionale in due sezioni. In questa pagina usiamo un solo disco in un sistema desktop per misurare le prestazioni di base.

Gli hard disk dedicati ai NAS sono diventati molto popolari nei sistemi desktop come hard disk secondari. La maggiore resistenza alle vibrazioni migliora la costanza prestazionale in sistemi con diverse ventole e altri componenti di raffreddamento, come le pompe dei sistemi a liquido. La vibrazione rallenterà tutte le unità, anche quelle che testiamo oggi, ma i sensori aggiuntivi e le ottimizzazioni al firmware aiutano ad assicurare le migliori prestazioni.

Tutte le unità nei nostri test sono pensate per ambienti NAS. Abbiamo incluso i due ultimi Seagate IronWolf della serie Guardian e il Toshiba N300 da 8 TB per i NAS. Abbiamo incluso il Red Pro da 6 TB e l'HGST Deskstar NAS da 6 TB, due vecchi dischi da 7200 RPM di WD.

Lettura sequenziale

test 01

Gli hard disk non scalano con i carichi sequenziali maggiori perché le prestazioni con queue depth (QD) da 1 a 32 sono quasi identiche. Aggiungere ulteriori trasferimenti può in realtà ridurre di poco le prestazioni perché causano un movimento del braccio aggiuntivo anziché la sola lettura di tracce sequenziali (se il dato è deframmentato e allineato ottimamente).

In questa sezione i primi due grafici sono quelli più importanti. Il primo mostra le prestazioni in lettura sequenziale lungo l'intero piatto. I prodotti dotati di dischi hanno imparato a usare la parte più veloce – quella esterna – del piatto come una cache per aiutare la DRAM. Le prestazioni sono di gran lunga inferiori nelle tracce interne dei piatti rotanti.

I due hard disk Red all'elio sono nella parte inferiore del grafico, ma è un test di base. Potete usare questo grafico come una guida per capire come cambiano le prestazioni sequenziali al riempirsi dei dischi. Le prestazioni del Red da 10 TB scendono da 220 a circa 180 MB/s quando il disco viene riempito con i dati per la metà. Il Red da 8 TB scende da 200 a circa 150 MB/s.

test 02
test 03

Il secondo grafico mostra prestazioni sulle tracce esterne con tutti i dischi nelle stesse condizioni. Il terzo grafico si concentra sui risultati prestazionali a QD2. Il Red da 8 TB è il più lento con 200 MB/s e il 10 TB è nel mezzo con 217 MB/s.

Scritture sequenziali

01
02
03

Il throughput in scrittura sequenziale è quasi identico alle prestazioni in lettura. I dischi non usano buffer DRAM per accelerare le prestazioni in scrittura sequenziale, quindi le letture e le scritture sequenziali sono quasi sempre identiche ai prodotti consumer.

Sono le prestazioni che potete attendervi se state semplicemente trasferendo grandi file multimediali tra i dischi, senza mischiare letture e scritture.

Lettura casuale

test 04
test 05
test 06

Le prestazioni casuali scalano all'aumentare della QD. È molto più semplice raggiungere QD elevate con gli HDD durante i carichi reali perché sono più lenti degli SSD. Inoltre, i produttori di dischi hanno trovato modi di aumentare le prestazioni casuali tramite un buffer di capacità maggiore e usando il bordo esterno dei piatti. Gli HDD Red con elio mostrano prestazioni in lettura casuale convincenti. Il nuovo Seagate IronWolf da 12 TB è leggermente più veloce.

Scrittura casuale

test 07
test 08
test 09

La differenza prestazionale tra questi due prodotti con scritture casuali è molto inferiore rispetto a quella prevista perché il Red da 10 TB ha un buffer DRAM di 256 MB e quello da 8 TB solo 128 MB.

Carico sequenziale misto all'80%

test 10

Il Seagate IronWolf da 12TB ha raggiunto risultati impressionanti nei quattro test principali. I Red con elio si sono comportati meglio a basse QD con un carico sintetico (80% letture). I Red più recenti hanno anche superato il vecchio Red Pro da 6 TB. Il vecchio HGST Deskstar NAS da 6 TB e il nuovo Toshiba N300 da 8 TB non sono nemmeno vicini.

Carico casuale misto all'80%

test 11

Il carico casuale misto è quello che più probabilmente beneficia della cache DRAM aggiuntiva nel Red da 10 TB e di fatti vediamo che supera chiaramente il modello da 8 TB nel corso del test.

Carico sequenziale misto sostenuto

test 12
test 13
test 14

Il grafico ci mostra le prestazioni con letture al 100% a sinistra e scritture al 100% (o 0% letture) a destra. Un mix del 50% dovrebbe quasi equivalere a leggere un file dal disco mentre se ne scrive un altro. In un modo perfetto, leggere due file multimediali mentre se ne scrivere un altro dovrebbe restituirvi un carico in lettura del 66%.

Stato di equilibrio casuale

test 15

La capacità maggiore del buffer non restituisce prestazioni maggiori nella scrittura di dati casuali 4KB durante il riempimento dell'intervallo LBA. Ciò però non conta dato che i nuovi Red all'elio si uniscono ai loro parenti in cima a questo grafico. Sono ben al di sopra della concorrenza. Volete sapere una cosa? Gli hard disk moderni offrono prestazioni in stato di equilibrio casuale superiori agli SSD con NAND TLC planare entry-level.

Prestazioni software reale, PCMark 8

Malgrado quanto scritto sopra, gli hard disk non sono destinati a tornare al centro del vostro PC, almeno non senza mettervi davanti un modulo Optane Memory. Nessuno dei prodotti nei grafici è stato progettato per funzionare come unità principale del sistema, quindi questi test sono al di fuori del caso d'uso consigliato.

Bandwidth archiviazione

test 26

I due nuovi Red finiscono sul fondo del nostro grafico dietro il resto dei dischi.