Monitor

Test Monitor Acer Predator XB252Q 240 Hz

Pagina 1: Test Monitor Acer Predator XB252Q 240 Hz

Acer Predator XB252Q

 

Full HD TN da 24,5 pollici, con un refresh rate nativo a 240 Hz, ULMB fino a 144 Hz e G-Sync. Un monitor che stupisce.

Acer Predator XB252Q


Asus e Acer sono acerrime nemiche, anche nel settore dei monitor. Le due aziende si curano l'un l'altra e si rispondono colpo su colpo. Il mondo dei monitor a 240 Hz poteva fare eccezione? Nemmeno per sogno.

XB252Q 01

Nella gamma di Asus troviamo il monitor ROG PG258Q, mentre in quella di Acer c'è il Predator XB252Q: entrambi condividono un pannello Full HD TN da 24,5 pollici, con un refresh rate nativo a 240 Hz, ULMB fino a 144 Hz e G-Sync, con l'aggiunta dell'ingresso HDMI 1.4 nel mix. Lo stile sobrio e il progetto quasi senza cornici si aggiungono alle prestazioni che legano questo monitor indissolubilmente ai PC gaming di fascia alta.

Specifiche tecniche

I due monitor sono identici e la scelta per gli utenti si riduce principalmente a due fattori: il prezzo e la fedeltà al marchio. Asus ha integrato nei suoi ultimi prodotti uno stile da navicella spaziale con illuminazione che proviene dalla base. Acer ha un invece un pannello "più industriale" e una base che suggerisce lo scopo del prodotto senza però essere troppo pacchiana.

Acer Predator XB252Q
Tipo di pannello e retroilluminazione TN, W-Led, Edge Array
Dimensione e Formato dello Schermo 24.5 pollici, 16:9
Risoluzione massima e refresh rate 1920*1080 pixel @240Hz; G-sync 24-240Hz; limite ULMB 144Hz
Profondità di colore e gamut 8 bit (6 bit + FRC), sRGB
Tempo di risposta (GTG) 1 ms
Luminosità 400 cd/m2
Contrasto 1000:1
Altoparlanti 2x2W
Ingressi DisplayPort 1,2, HDMI 1.4
Audio jack 3,5 mm
USB 1 x 3.0 Up, 4x 3.0 Down
Consumi 20 watt, luminosità 200 nits
Dimensioni pannello con base 559 x 384-505 x 267 mm
Spessore pannello 65 mm
Larghezza cornici 7 mm sopra, 7 mm ai lati, 21 mm sotto
Peso 6,4 kg
Garanzia 3 anni

Il pannello TN Full HD potrebbe apparire un po' datato ad alcuni lettori, ma è comunque un prodotto orientato alle prestazioni. Anche con la scheda più potente, avrete difficoltà a raggiungere 200 FPS con un pannello IPS / QHD. E in fin dei conti, la risoluzione del movimento impatta sulla qualità d'immagine più della densità di pixel.

A tal fine, Acer ha alzato l'asticella con una luminosità che supera i 400 nits e può arrivare a 240 Hz senza overclock. ULMB è disponibile fino a 144 Hz, il che rende la funzione davvero usabile e un'alternativa valida al G-Sync per ridurre il motion blur e gli altri artefatti. Naturalmente, c'è anche G-Sync, da 24 a 240 Hz, che dovrebbe garantire un movimento fluido, non importa quanto sia intensa l'azione.

Il prodotto e gli accessori

Insieme al monitor viene fornito un cavo di alimentazione, un cavo HDMI, uno DisplayPort e uno USB 3.0. Il pannello appare come qualsiasi altro monitor, con un rigonfiamento nella parte posteriore e solo un piccolo logo Predator frontale. La cornice è piuttosto sottile con 7 mm nella parte superiore e ai lati e 21 mm in basso.

Come gli altri display "zero frame" c'è un bordo visibile attorno all'immagine, ma in questo caso è il più ridotto che abbiamo visto finora. Lo strato anti riflesso ha una durezza 3H e permette un'immagine nitida. Il nostro sample non ha mostrato fuga di luce o bagliore e l'uniformità si è dimostrata eccellente.

XB252Q 02

La base non ha un grande stile con la sua forma angolare e il rivestimento lucido. Sotto la plastica dura c'è un nucleo di metallo robusto. Il monitor è molto stabile e non mostra gioco durante i movimenti. Si può regolare in altezza per 12 cm, una rotazione di 45° in ogni direzione, 25° di inclinazione totale e impostare in modalità ritratto.

XB252Q 03

I controlli sono un mix di tasti e un joystick con un click fermo. Si possono trovare nella parte posteriore ma sono disposti in orizzontale lungo il fondo. Piccole icone appaiono a schermo per informarvi della loro funzione. Il menu di sistema è eccellente e sarà familiare agli utenti che hanno già avuto dei monitor Acer di recente.

XB252Q 04

Il rigonfiamento posteriore rende l'XB252Q uno dei pannelli più spessi visti finora. Con quasi 7,6 centimetri, non è campione di magrezza. C'è una grande griglia che permette di mantenere l'interno fresco e consente agli speaker di "suonare" posteriormente. Con 2W di potenza ciascuno, non aspettatevi molto, ma se non avete alternative, diventano preziosi. Se volete collegare delle periferiche, due USB 3.0 sono a sinistra. Il monitor offre anche l'aggancio VESA 100mm rimuovendo il montante.

XB252Q 05
XB252Q 06

Il pannello degli ingressi è tipico degli ultimi monitor G-Sync. Avete una HDMI 1.4 e una DisplayPort 1.2. Le cuffie si possono collegare nell'uscita analogica da 3,5 mm. Altre due USB in downstream e una singola in upstream si trovano qui.