Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
CPU

Test Ryzen 7 1700

Pagina 1: Test Ryzen 7 1700

AMD Ryzen 7 1700

AMD Ryzen 7 1700


Con i nuovi processori a otto core, AMD sta cercando di recuperare parte delle quote di mercato perse negli anni passati. C'è molto attesa per le soluzioni Ryzen 5, ma in questo articolo ci concentriamo sull'ultimo dei tre Ryzen 7 presentati, il modello 1700.

Come visto nei due test precedenti (1800X1700X), l'architettura Zen offre ottime prestazioni nella creazione di contenuti e nella produttività, mentre a causa della scarsa ottimizzazione e di un IPC inferiore a quello di Intel Kaby Lake, soffre un po' nei giochi alle basse risoluzioni (Full HD).

ryzen 7 1700

Con questo non vogliamo dire che i giochi girano male, anzi, ma in alcuni titoli attuali può esserci anche un bel distacco rispetto a quanto si può ottenere con le CPU Intel meno costose. Per questo, malgrado prezzi piuttosto interessanti, è difficile consigliarli senza remore per qualsiasi carico di lavoro.

Il modello Ryzen 7 1700 sembra quello più competitivo. Non solo per il prezzo, 350 euro circa, ma anche perché conserva la configurazione a 8 core / 16 thread pur con un TDP di 65 watt, più basso dei 95 watt dei due modelli "X". Un TDP inferiore significa anche minori consumi e calore. Il chip di AMD lavora anche a frequenze più contenute, tra 3 e 3,7 GHz.

Un'altra differenza è che le soluzioni X beneficiano della tecnologia AMD XFR (eXtended Frequency Range) al massimo delle sue potenzialità. I due processori possono quindi salire di ulteriori 100 MHz oltre la frequenza massima nel caso la soluzione termica lo permetta.

Di contro Ryzen 7 1700 ha un XFR ridotto che non lo porta oltre 3,7 GHz, ma che facilita il funzionamento di tutti i core a 3,1 GHz nei carichi di lavoro che sfruttano i thread. Potete anche risparmiare qualche euro usando il dissipatore in bundle Wraith Spire 95W. Anche se sconsigliamo di usare un dissipatore stock per l'overclock, è un'aggiunta gradita.

Il 1700 s'inserisce in un segmento altamente competitivo; il suo prezzo è solo leggermente inferiore a quello del Core i7-7700K che ha frequenze di lavoro di 4,2 / 4,5 GHz. Il Ryzen 7 1700 ribatte con il doppio dei core e della cache L3, anche se ciò non si traduce in maggiori prestazioni in tutti i software. Dopotutto persino il Core i5-7600K compete con i migliori Ryzen 7 in determinati carichi di lavoro.

  Ryzen 7 1800X Ryzen 7 1700X Ryzen 7 1700
Socket AM4, 1331 pin AM4, 1331 pin AM4, 1331 pin
Processo 14 nm GloFo 14 nm GloFo 14 nm GloFo
Core / Thread 8 / 16 8 / 16 8 / 16
TDP 95 watt 95 watt 65 watt
Freq. base 3,6 GHz 3,4 GHz 3 GHz
Precision Boost (tutti i core) 3,7 GHz ? ?
Precision Boost (dual-core) 4 GHz 3,8 GHz  3,7 GHz
XFR (dual-core) 4,1 GHz 3,9 GHz 3,8 GHz
Cache (L2+L3) 20 MB 20 MB 20 MB
Supporto DDR4 Variabile Variabile Variabile
Controller memoria Dual channel Dual channel Dual channel
Moltiplicatore sbloccato
Linee PCIe 16 linee Gen 3 16 linee Gen 3 16 linee Gen 3

I Ryzen che abbiamo provato sinora hanno evidenziato prestazioni altalenanti in gaming. AMD afferma che è colpa di un ecosistema che deve ancora adottare e conoscere la nuova architettura. In effetti il nostro sguardo alla patch per Ashes of the Singularity: Escalation, con ottimizzazioni specifiche per Ryzen, è stato incoraggiante. Anche Valve ha aggiornato Dota 2 e Creative Assembly ha fatto lo stesso con Total War: Warhammer.

Ryzen 7 1700, a ogni modo, ha un prezzo decisamente più attraente degli altri octa-core e un moltiplicatore sbloccato che potrebbe portarlo ai livelli di due fratelli maggiori con un impegno minimo. Vediamo se la nostra teoria si trasforma in realtà.