CPU

Overclock e configurazione di prova

Pagina 7: Overclock e configurazione di prova

Overclock

Potete scaricare Ryzen Master dal sito dell'azienda. Questo software facilita l'aumento delle frequenze, anche se preferiamo agire dal firmware. Il nostro 1800X, testato nell'articolo di debutto di Ryzen, ha raggiunto 4 GHz a 1,25 volt su tutti i core, ma stavolta siamo passati a 3,9 GHz per rappresentare una frequenza "sicura" sul lungo termine.

Abbiamo raggiunto la stabilità in Prime95 sia sul 1800X che sul 1700X fissando la tensione di core a 1,3875 V e portando la tensione CPU SoC a 1,2 V. Abbiamo lasciato su Auto la Load Line Calibration, ma portato i moduli di memoria Crucial LPX a DDR4-2933. È un piccolo aumento rispetto ai 2699 MHz usati per i test con le configurazioni da gioco a frequenze standard.

Online abbiamo visto molti appassionati raggiungere 4 o 4,1 GHz con tensioni decisamente maggiori, ma AMD dice che 1,35 V è il limite per godere di un overclock sicuro sul lungo termine. Non siamo incappati in alcun problema termico a 3,9 GHz e abbiamo toccato 70 °C (con AIDA) dopo 2 ore di Prime95 con un dissipatore Noctua NH-U12S SE-AM4.

Il calore disperso sembra accumularsi rapidamente alle frequenze più alte (abbiamo raggiunto 82 °C a 4 GHz usando l'H100i v2 di Corsair). Investite in un dissipatore migliore se credete che vi spingerete ai limiti garantiti dal margine di frequenza di Ryzen.

Configurazione di prova

Con diverse schede madre AM4 e i primi firmware abbiamo sperimentato instabilità. Ciò si deve, di solito, a un microcode AMD Generic Encapsulated Software Architecture (AGESA) non ottimizzato. AGESA è un protocollo boostrap che inizializza i core del processore, memoria e controller HyperTransport (ora Infinity Fabric).

Per questo test usiamo una motherboard Asus Crosshair VI Hero, insieme al firmware 1001. Questa versione ha dimostrato una migliore stabilità, sia in stock che in overclock. Continueremo a tenere sott'occhio gli aggiornamenti firmware delle altre aziende. Dopo la pubblicazione di questo test AMD dovrebbe pubblicare un AGESA per un miglior supporto di memoria, inclusa l'apertura di un maggior numero di sotto timing.

msi
Clicca per ingrandire

I primi aggiornamenti dei firmware hanno offerto grandi miglioramenti prestazionali rispetto al debutto. Con il tempo i miglioramenti sono diventati meno incisivi e Asus ci ha detto che non si aspetta grandi progressi con le future build.

Nei precedenti articoli abbiamo registrato prestazioni non impeccabili da parte dei processori Ryzen in diversi giochi, tra cui Ashes of the Singularity. Fortunatamente, almeno per questo titolo (Escalation), la situazione sembra destinata a migliorare grazie a una patch. Abbiamo provato una versione beta, registrando chiari passi avanti: Ryzen e Ashes, test della patch che migliora le prestazioni.

Finora solo Oxide Games e Creative Assembly hanno pubblicamente annunciato l'impegno a supportare Ryzen, ma AMD segnala anche miglioramenti negli FPS minimi di DOTA 2 con un recente update.

In attesa di saperne di più, sospettiamo che ci sia qualche problema legato alla migrazione dei thread tra i CCX e magari altri intoppi con le nuove caratteristiche dell'architettura Zen. Abbiamo perciò disabilitato diversi servizi transitori in background per non promuovere la migrazione dei thread, come Windows Search e Defender.

Frequenti riavvii durante il test ci hanno permesso di eliminare evidenti valori anomali, portandoci ad avere risultati più coerenti. I test sono stati svolti, ancora una volta, con il profilo energetico Elevate Prestazioni di Windows. Abbiamo anche disattivato HPET.

Come visto nella recensione di Ryzen 7 1800X, alcuni giochi beneficiano della disattivazione di SMT, mentre altri no. Non pensiamo che un giocatore debba disattivare o abilitare SMT ogni volta, quindi abbiamo deciso di lasciarlo attivo per i test di questo articolo.

Come prevedibile, abbiamo anche incontrato colli di bottiglia grafici in diversi titoli a 2560×1440. AMD afferma che i processori Ryzen si comportano molto meglio alle risoluzioni più alte, per ovvie ragioni: caricando maggiormente la GPU, le debolezze della CPU sono più facilmente mascherabili. Inoltre, salvo Shadow of Mordor, abbiamo registrato solo minime variazioni gerarchiche tra Full HD e QHD nel nostro test Ryzen 7 vs. Core i7. In altre parole, gli stessi trend prestazionali a 1920×1080 si ripetono a 2560×1440, quindi abbiamo incluso solo i grafici in Full HD.

configurazione
Clicca per ingrandire

Per questo articolo abbiamo supportato i team tedesco e statunitense di Tom's Hardware. Per i test con i giochi abbiamo usato una Crosshair VI Hero e una EVGA GeForce GTX 1080 FE, mentre per le prove con software HPC e workstation una MSI X370 XPower Gaming Titanium.

Al fine di minimizzare i problemi legati all'uso di motherboard diverse, abbiamo seguito le impostazioni consigliate da AMD su entrambe le piattaforme.

Configurazioni ed equipaggiamento di prova
Systems

Italia

AMD Ryzen 3, 5 and 7
MSI B350 Tomahawk

Intel Core i5-7700K
MSI Z270 Gaming 7

16GB (2x 8GB) G.Skill Ripjaws DDR4 @ 2933 (Ryzen 3 1300X, 1400) and 3200 (Ryzen 5 1500X) (CL15-15-15-35)
Zotac GTX 1080
512 GB Samsung 850 Pro
Cooler Master 1000 W

Germania AMD 1
Ryzen 7 1800X, 1700X
MSI X370 XPower Gaming Titanium
2x Corsair Vengeance LPX DDR4-3000 @2666 MT/s

Intel LGA 2011-v3
Intel Core i7-6900K
MSI X99S XPower Gaming Titanium
4 x 4GB Crucial Ballistix DDR4 2400

Intel LGA 1151
Intel Core i7-7700K
MSI Z270 Gaming 7
2 x 8GB Corsair Vengeance DDR4-3200 @2400 MT/s

AMD Socket AM3+
FX-9590
Asus Crosshair V Formula
2 x 8GB Corsair Dominator DDR3 2133 @1866 MT/s

Germania, tutto il resto
1x 1TB Toshiba OCZ RD400 (M.2, SSD sistema)
2x 960GB Toshiba OCZ TR150 (archiviazione, immagini)
be quiet Dark Power Pro 11, 850W
Windows 10 Pro (tutti gli aggiornamenti)

USA AMD 1
Ryzen 7 1800X, 1700X
Asus ROG Crosshair VI Hero
2x Corsair Vengeance LPX DDR4-3000 @2666 MT/s

USA AMD 2
AMD FX-8350
MSI 970 Gaming
2x Kingston HyperX DDR3-2133

USA Intel 1
Intel Core i7-7700K
MSI Z270 Gaming M7
2x Corsair Vengeance LPX DDR4-3000 @2400 MT/s

USA Intel 2
Core i7-6900K
ASRock X99 Extreme4
4x Crucial DDR4-2400

USA, tutto il resto
1TB Samsung PM863
SilverStone ST1500, 1500W
Windows 10 Pro (tutti gli aggiornamenti) Versione 1607

Raffreddamento Germania
– Alphacool Eispumpe VPP755 Pump
– Alphacool NexXxoS UT60 Full Copper 240mm
– Alphacool Eisblock XPX CPU
-Alphacool Cape Corp Coolplex Pro 10 LT
– 5x be quiet! Silent Wings 3 PWM
– Thermal Grizzly Kryonaut

USA
-Corsair H100iv2
-Noctua NH-U12S SE-AM4
-Arctic MX-4

Case Lian Li PC-T70 con kit di espansione e mod
Rilevazione consumi – Contact-free DC Measurement at PCIe Slot (Using a Riser Card)
– Contact-free DC Measurement at External Auxiliary Power Supply Cable
– Direct Voltage Measurement at Power Supply
– 2 x Rohde & Schwarz HMO 3054, 500MHz Digital Multi-Channel Oscilloscope with Storage Function
– 4 x Rohde & Schwarz HZO50 Current Probe (1mA – 30A, 100kHz, DC)
– 4 x Rohde & Schwarz HZ355 (10:1 Probes, 500MHz)
– 1 x Rohde & Schwarz HMC 8012 Digital Multimeter with Storage Function
Rilevazione temperature – 1 x Optris PI640 80Hz Infrared Camera
– PI Connect Analysis Software with Profiles
Rilevazione rumorosità – NTI Audio M2211 (with Calibration File)
– Steinberg UR12 (with Phantom Power for Microphones)
– Creative X7, Smaart v.7
– Custom-Made Proprietary Measurement Chamber, 3.5 x 1.8 x 2.2m (L x D x H)
– Perpendicular to Center of Noise Source(s), Measurement Distance of 50cm
– Noise Level in dB(A) (Slow), Real-time Frequency Analyzer (RTA)
– Graphical Frequency Spectrum of Noise