Tom's Hardware Italia
CPU

Conclusioni

Pagina 4: Conclusioni
Test del processore Ryzen 7 1800X, il nuovo top di gamma di AMD basato su architettura Zen. Con 8 core e 16 thread può competere con l'offerta Intel?

Per alcuni il debutto di Ryzen non è il semplice arrivo di un nuovo processore. Per la maggior parte dei nostri lettori segna il ritorno della competizione nel mercato delle CPU. Considerando il netto vantaggio di prezzo del 1800X, AMD colpisce nel segno anche se non in tutti gli scenari.

La nuova architettura segna l'arrivo di diverse nuove caratteristiche che richiederanno più tempo per essere comprese e analizzate a fondo, per questo sappiamo che la nostra recensione può sembrare incompleta.

Abbiamo però avuto poco tempo per condurre i test e pubblicare la recensione in concomitanza con la scadenza dell'NDA. Abbiamo comunque scelto di pubblicare l'articolo perché i processori stanno arrivando nei negozi e quindi è bene che li conosciate, almeno un po'.

amd ryzen 7

Abbiamo scoperto diverse cose interessanti, come le maggiori prestazioni con SMT disattivato (ci riportano alla mente i problemi allo scheduler dell'architettura Bulldozer).

Questo comportamento potrebbe indicare un'implementazione inefficiente di SMT, e ci torneremo in futuro. AMD afferma che, a causa dell'implementazione unica e dato che Zen è la prima nuova microarchitettura in otto anni, gran parte dei motori di gioco non la usa in modo efficiente.

Cosa più importante, AMD ci ha anche detto che non crede che il problema relativo a SMT riguardi Windows, quindi un aggiornamento software potrebbe e dovrebbe risolvere i problemi prestazionali in molti titoli. Almeno uno sviluppatore (Oxide) ha sostenuto tali affermazioni. Gli sviluppatori, tuttavia, potrebbero non allocare risorse per aggiornare i vecchi titoli e questo potrebbe essere un problema. La comunità software è notoriamente lenta ad adottare le nuove tecnologie.

All'ultimo, AMD ci ha detto che alcuni giochi "non sono pienamente ottimizzati per la nuova architettura" e ci ha fornito una lista di titoli che si comportano bene come Sniper Elite 4, Battlefield 1, Star Wars: Battlefront e Overwatch, tra gli altri. Avevamo già testato i titoli della nostra suite attuale, che però non include i giochi suggeriti da AMD.

AMD consiglia diversi parametri differenti, come l'uso di un profilo di alimentazione ad alte prestazioni, ma ciò porta a un miglioramento prestazionale anche nei chip Intel. AMD suggerisce anche di disattivare HPET (High Precision Event Timer) nel BIOS o nel sistema operativo per guadagnare un 5-8%. Abbiamo generato i risultati dei nostri test con HEPT disattivato. Lo strumento di OC Ryzen Master, invece, richiede HEPT per restituire rilevazioni accurate, quindi gli utenti dovranno disabilitare nuovamente HEPT dopo aver usato il software.

amd ryzen

In ambito gaming è difficile consigliare Ryzen 7 1800X rispetto ai concorrenti, specialmente considerando le prestazioni del Core i7-7700K. La CPU Intel è competitiva o batte i concorrenti più costosi, e ha un prezzo medio di 380 euro. Anche dopo averne ridotto la frequenza a 3,8 GHz il 7700K batte facilmente il 1800X in quasi ogni gioco testato. Il fatto che molti titoli non si comportino bene con l'architettura Zen depone a sfavore anche delle altre due CPU Ryzen 7.

Ryzen 7 1800X si comporta bene in molti carichi di lavoro desktop e da ufficio, ma dà il meglio con i software workstation e scientifici. Abbiamo incontrato difficoltà a eseguire il test Rodina con la suite di test SPECwpc, ma fatta eccezione per quel caso il 1800X ha offerto solide prestazioni con i software pesantemente multi-thread. Si è anche dimostrato veloce in un'ampia gamma di carichi.

Anche se il 1800X non si guadagna lo scettro del record di prestazioni in tutti i software, il suo prezzo gli permette di non passare certo inosservato. La fascia alta del mercato ha subito per anni i prezzi molto alti di Intel, quindi il listino del 1800X e le sue prestazioni competitive sono una boccata d'aria fresca. Le ottime prestazioni nei carichi workstation e HPC, ma le scarse prestazioni nei giochi attuali, ci fanno pensare che AMD abbia progettato l'architettura con il mondo dei datacenter in mente e non l'abbia ottimizzata per i desktop. Un po' come Broadwell-E sul fronte Intel, in effetti.

La tecnologia Precision Boost aumenta la frequenza su due core durante i carichi che sfruttano poco i thread, ma non è avanzata quanto la tecnologia Turbo Boost di Intel. XFR è una buona soluzione che offre automaticamente migliori prestazioni in presenza di un buon raffreddamento, ma aggiunge solo 100 MHz.

Raggiungere i 4 GHz in overclock è stato semplice agendo su moltiplicatore e tensione, e ci sono una pletora di impostazioni del firmware che dobbiamo ancora esplorare. È possibile che ci sia ulteriore margine per salire di frequenza. AMD dice che la maggior parte degli utenti può aspettarsi un tetto in OC di 4,1 GHz, che è all'interno del limite di circa 4,3 GHz del Core i7-6900K.

Il Core i7-7700K può arrivare a 4,9 GHz facilmente, quindi il chip quad-core di Intel offre di più sia sotto il profilo dell'OC che sul fronte delle prestazioni con software che sfruttano poco i thread. Dal punto di vista dell'overclock della memoria, AMD non ha ancora aperto tutti i sotto timing, e il Core i7-6900K ha un vantaggio con il suo controller di memoria quad-channel.

Intel ha il vantaggio di anni di dominio del mercato e per questo molti software sono stati ottimizzati per la sua architettura. Anche se i piccoli passi in avanti delle CPU Intel in questi anni non ci hanno troppo solleticato troppo il palato, l'azienda ha ancora un vantaggio evidente sul fronte prestazionale.

È rivelatore il fatto che mentre AMD ha parlato di un progresso dell'IPC del 52%, questo sia relativo solo alle sue architetture precedenti e non a quella di Intel. Ryzen 7 1800X è un'alternativa di valore e l'aggiunta di SMT, insieme alla nuova architettura Zen, rappresenta un grande passo avanti per AMD. Il prezzo potrebbe aiutare a mettere maggiore pressione su Intel, intaccandone gli enormi margini di guadagno, ma molto dipenderà dalla competitività di Ryzen R5 e R3. La vera battaglia si terrà infatti sui processori di fascia media e bassa, che coalizzano la maggior parte delle vendite.

AMD è inoltre proiettata sul debutto delle CPU server Naples e da quello che abbiamo visto, dovrebbe essere un ottimo prodotto. Sotto molti aspetti il lancio di Ryzen sembra essere stato affrettato. Ci saremmo aspettati che AMD si fosse occupata di più delle basse prestazioni in ambito gaming, ma suggerimenti e risposte ai nostri dubbi sono arrivati all'ultimo minuto. 

È difficile immaginare che l'azienda non fosse a conoscenza dei problemi prima del debutto. Sfortunatamente AMD ha condiviso con il pubblico solo i risultati con Cinebench, che non sono indicativi delle prestazioni reali.

Tra l'altro oltre alla dichiarazione di Oxide Games riportata nella parte sui test di Ashes of the Singularity, segnaliamo che anche Creative Assembly (Total War) afferma di "essere impegnata a rivedere e ottimizzare i propri giochi per la nuova CPU Ryzen. Anche se i test di terze parti non lo riflettono ancora, il nostro programma congiunto di ottimizzazione con AMD sta lavorando su diverse opzioni per fornire aggiornamenti e avere migliori prestazioni sulle CPU Ryzen".

Consigliamo Ryzen 7 1800X per carichi di lavoro pesanti come rendering e l'uso di software del settore workstation. E anche se non giudichiamo un processore solo dalle prestazioni gaming, dobbiamo dire che il nuovo top di gamma AMD non batte il Core i7-7700K in quello specifico segmento.

Ryzen 7 1800X

Ryzen 7 1800X