Schede madre

Toshiba: comandare il PC dal cellulare

Toshiba ha terminato lo sviluppo di una nuova applicazione che permetterà di gestire qualsiasi operazione sul proprio PC tramite cellulare. Il lancio ufficiale avverrà il prossimo marzo, e purtroppo almeno inizialmente, solo in Giappone. Toshiba, infatti, ha stretto una partnership con l’operatore mobile KDDI che tramite il suo network permetterà la gestione delle trasmissioni dati fra terminali mobili, con supporto BREW (Binary Runtime Environment for Wireless), e PC. Lo standard di riferimento è il CDMA 2000 1xEvDO (Code Division Multiple Access 2000 Evolution Data Only).

Ubiquitous Viewer, così si chiama l’applicazione, dovrà essere istallata sul terminale mobile e su un client PC dotato di sistema operativo Microsoft Windows. Il display del cellulare potrà così emulare sul display il desktop del proprio computer, permettendo di leggere e-mail e redigere documenti di ogni genere. La tastiera si trasformerà così in una QWERTY virtuale, con macro totalmente personalizzabili; il jog dial, invece, potrà essere utilizzato come un mouse, permettendo così un’istintiva navigazione fra le cartelle e i menu.

I PC e i notebook normalmente sono configurati su risoluzioni XGA o superiori, difficilmente ridimensionabili su un piccolo display: per questo motivo l’applicazione renderà disponibile un funzione di zoom delle aree del desktop più utili. Lo schermo del cellulare non supererà, infatti, i 240 x 320 pixels di risoluzione, limitando così anche la quantità di dati da trasferire attraverso la rete mobile. Da XGA a QVGA la compressione sarà di circa il 97%, senza alcuna dispersione di qualità.

La velocità di connessione sarà al massimo di 2.4Mbit/sec, grazie allo standard 3G di KDDI, ma non è da escludere in futuro il coinvolgimento di altri operatori locali. Fra tutti Toshiba ha pensato a NTT DoCoMo e Vodafone K.K, dotati di network WCDMA (Wideband Code Division Multiple Access) per cellulari con supporto Java. I prezzi di listino non sono ancora stati resi noti, ma di certo la nuova soluzione Toshiba sarà profilata quasi esclusivamente per il mercato business.