CPU

TSMC colpita da virus, produzione di chip interrotta

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), il più grande produttore al mondo di chip per conto terzi, ha annunciato di essere stato colpito da un virus la sera del 3 agosto.

Alcuni computer e macchinari produttivi situati in diversi impianti sono stati infettati, portando a un blocco della produzione che dovrebbe impattare per il 3% sul fatturato e per l'1% sul margine lordo nel corso di questo terzo trimestre.

La diffusione dell'infezione è stata contenuta e TSMC ha trovato una soluzione. Alle 14:00, orario di Taiwan, circa l'80% dei macchinari e computer interessati era stata ripristinata e la piena ripresa delle attività è prevista per la giornata di oggi 6 agosto.

tsmc

TSMC si aspetta ritardi nelle consegne e costi in aumento, ma è fiduciosa che potrà recuperare nel quarto trimestre, mantenendo le sue previsioni di crescita sui livelli comunicati in passato al settore finanziario. "Abbiamo informato i nostri clienti e stiamo lavorando con loro per definire la produzione di wafer. Dettagli saranno comunicati a ogni cliente singolarmente nei prossimi giorni", si legge in una nota.

L'infezione da parte del virus si è verificata durante il processo di installazione di un software per un nuovo macchinario. Il collegamento del macchinario alla rete di TSMC ne ha poi favorito la diffusione.

L'integrità dei dati e le informazioni riservate del produttore taiwanese non sono stati compromessi in base alle verifiche svolte. TSMC fa sapere inoltre di aver intrapreso azioni per migliorare le procedure di sicurezza interne ed evitare che problemi di questo genere si ripetano in futuro.


Tom's Consiglia

Stai cercando un antivirus per proteggere il tuo PC e i dispositivi mobile? A circa 35 euro trovi Norton Security Deluxe.