Hardware

TSMC, la priorità è produrre chip per Apple e il settore automotive

Secondo quanto riportato da Digitimes, l’azienda produttrice di semiconduttori TSMC garantirebbe la priorità nelle consegne dei chip ad Apple e alle aziende che operano nel settore automotive, in attesa che la carenza di chip volga al termine. Ciò sarebbe dovuto al fatto che i produttori di automobili avrebbero fatto pressione all’amministrazione Biden per avere a disposizione degli impianti di produzione dedicati esclusivamente ai loro scopi, sebbene la richiesta pare non aver avuto alcun esito (almeno formalmente).

Per quanto riguarda Apple, la priorità data all’azienda è legata al fatto che TSMC è il produttore esclusivo dei chip della serie A (quelli degli iPhone e degli iPad, per intenderci) e della serie M, che hanno iniziato a sostituire i chip Intel all’interno dei Macbook. Poiché Apple ha un impatto relativamente maggiore sul mercato degli smartphone rispetto alla moltitudine di aziende concorrenti, può godere di un trattamento preferenziale: ciò le consentirebbe di evitare problemi e ritardi nella produzione dell’iPhone 13, che dovrebbe essere presentato al pubblico tra settembre e ottobre 2021.

Assicurarsi buona parte della produzione dei chip per il terzo semestre del nuovo anno sembrerebbe comunque essere l’obiettivo principale di Apple al momento: con il lancio di iPhone 13 ormai sostanzialmente confermato (come ogni anno), l’arrivo di nuovi chip potrebbe alleviare il problema che si era venuto a creare nella catena di produzione di iPadMacbook, anch’essi colpiti dalla carenza di semiconduttori. Infatti, oltre a TSMC (che è il fornitore principale), anche Genesys Logic e Parade Technologies avrebbero ricevuto delle richieste da parte di Apple su un aumento della fornitura di semiconduttori per il terzo semestre, che sembrerebbe essere addirittura superiore del 40% rispetto al semestre precedente.

Cambio di TV? Questo Smart TV Samsung da 55″ è attualmente in super offerta in occasione dei Prime Days di Amazon!