Tom's Hardware Italia
Software

Ubuntu Desktop dice addio alla versione a 32 bit

Canonical non pubblicherà una ISO a 32 bit di Ubuntu Desktop 17.10. Una scelta che prende atto di un cambiamento del mercato in corso da più di 15 anni.

Canonical ha annunciato che non pubblicherà le immagini ISO di Ubuntu Desktop 17.10 Artful Aardvark in versione a 32 bit. Dimitri John Ledkov, ingegnere della software house, ha spiegato che la decisione è maturata dopo alcuni confronti sul processo di sviluppo del sistema operativo.

Ledkov ha affermato che l'Ubuntu Release Team rimuoverà "le immagini daily-live i386 di Ubuntu Desktop dalle release per le milestone Beta e Final della versione 17.10". Di conseguenza non sarà distribuito alcun file ubuntu-desktop-i386.iso.

Artful Aardvark

Una scelta che prende atto del mondo che cambia: l'architettura a 32 bit non è più lo standard ed è sempre meno usata su desktop, notebook e altri dispositivi. Se ci pensiamo, i primi processori a 64 bit risalgono al 2003, quindi una svolta era in un certo senso necessaria e obbligata. Microsoft, con Windows 10 – data la base d'installato e altre considerazioni – ha scelto di continuare con i 32 bit, ma un cambiamento in tal senso potrebbe arrivare prossimante.

A ogni modo questa scelta di Canonical non riguarderà le ISO NetInstall e Minimal, i pacchetti presenti nei repository di Ubuntu e il sistema di aggiornamento. Questo significa che aggiornamenti e patch di sicurezza continueranno ad arrivare, anche se non saranno svolti test approfonditi.

Inoltre bisogna considerare che versioni di Ubuntu rivolte a vecchi sistemi come Lubuntu, Ubuntu MATE o Xubuntu non hanno annunciato cambiamenti.


Tom's Consiglia

Ti sta a cuore l'anonimato onlineHacklog Volume 1 è il libro che fa per te.