CPU

Un leak rivela la nuova linea di produzione a 10nm di Intel per il 2020

Techpowerup riporta un interessante rumor che riguarda i nuovi prodotti Intel a 10nm che vedranno la luce nel 2020 o poco oltre. Sui social network cinesi starebbero circolando delle slide che, se veritiere, ci darebbero importanti informazioni su quelli che sono i progetti della casa di Santa Clara per il futuro. Qui sotto vi riportiamo la slide principale.

Intel 2020 10nm releases

Da qui deduciamo chiaramente che saranno 5 i prodotti a 10nm che dovrebbero debuttare quest’anno:

  • Alder Lake è un processore dedicato al mercato desktop che riprende il design di Lakefield. Questa implementazione, dovrebbe garantire la coesistenza sulla stessa CPU di 16 core in una configurazione simile a quella adottata da ARM, “big.LITTLE”. Sono previsti infatti 8 core “principali” della serie “Willow Cove” o “Golden Cove” e 8 core della serie “Tremont” o “Gracemont” che si alterneranno ai primi, quando saranno effettuate operazioni che non necessitano prestazioni particolarmente elevate da parte della CPU. Infine l’archietettura dovrebbe essere x86.
  • Tiger Lake sarà la nuova generazione di processori dedicati ai dispositivi portatili e sostituirà Ice Lake. La novità principale sarà l’adozione di “Willow Cove” con la grafica integrata che si baserà quindi sulla nuova architettura sviluppata da Intel, “Xe”.
  • Nome in codice DG1. Ve ne avevamo parlato a gennaio, per la prima volta l’azienda mostrava al mondo la sua nuova creatura e finalmente, confidando nella veridicità delle informazioni riportate da questa slide, dovrebbe debuttare la prima scheda grafica dedicata di Intel. Sarà un prodotto dedicato per lo più al mercato notebook, lo possiamo intuire dalla totale assenza di un connettore di alimentazione PCIe (di conseguenza non dovrebbe consumare più di 75 watt), ma questo sarà solo l’inizio. Infatti l’architettura grafica Xe sarà divisa in 3 categorie: Xe-LP (di cui farà probabilmente parte la DG1), per le schede “Low Power” a bassi consumi; Xe-HP, per il settore “High Performance”, ovvero workstation e gaming; Xe-HPC, soluzioni “High-Performance Computing” dedicate al cloud, allo sviluppo di reti neurali e a tutti quei settori che richiedono prestazioni computazionali degne di nota.
  • Ice Lake-SP sarà un nuovo tipo di architettura basata su “Sunny Cove”, dedicata al mercato enterprise. I primi test apparsi in rete risalgono al 18 febbraio di quest’anno e mostravano una CPU con 14 core e 28 thread, una frequenza base di 2GHz e una cache L3 da ben 21MB.
  • Chiude la fila “Snow Ridge”, un circuito integrato presentato l’anno scorso al Mobile World Congress di Barcellona, progettato per gestire le base station wireless 5G.

La prossima slide ci mostra invece quella che dovrebbe essere, secondo Intel, l’evoluzione della legge di Moore.

Roadmap Intel 09/04/2020 leak

Pur non aggiungendo granché a ciò che già sapevamo, possiamo comprendere da questa slide come i progetti di Intel abbiano subito un rallentamento, probabilmente per il COVID-19. Ci si aspettava che “Alder Lake” e “Ice Lake-SP” fossero chip rientranti nella categoria di prodotti “10nm++”, ma come si evince dal grafico, sarà un passaggio che non avverrà prima del 2021.

Intel è una realtà solida, che a differenza di tante altre non avrà problemi a gestire la crisi dovuta allo stop imposto dalla particolare situazione che stiamo vivendo. Lo dimostra il fatto che nonostante tutte le ovvie difficoltà a cui può andare incontro un’azienda di tale portata che esporta i suoi prodotti in tutto il mondo, i piani di sviluppo e successiva vendita, non hanno subito un ritardo così eclatante. La compagnia è inoltre impegnata attivamente nella lotta al COVID-19, con donazioni e azioni reali in favore di scienza e popolazione.

Di questi tempi per poter studiare e seguire le lezioni è necessario un PC, preferibilmente portatile. HP 15s-fq1014nl ha tutte le carte in regola per assolvere a questo compito. Il notebook è disponibile su Amazon.