Periferiche di Rete

Un miliardo di euro per il broadband rurale

La Commissione Europea ha deciso di investire un miliardo di euro per la diffusione della banda larga nelle aree rurali. Nel rispetto dell'European Economic Recovery Plan, che prevede 5 miliardi di euro per l'ammodernamento delle infrastrutture energetiche e broadband, la UE si propone così di colmare il gap territoriale che si è creato tra aree metropolitane e aree rurali. In media solo il 30% dei cittadini europei residenti fuori città dispone di servizi broadband.

Secondo gli ultimi dati forniti alla Commissione Europea, l'Italia pare aver raggiunto una copertura broadband del 100% in città, del 91% nelle zone suburbane e del solo 82% in quelle più periferiche. Dati sconfortanti se si considera, ad esempio, che in Francia e nei Paesi Bassi la banda larga rurale è prossima al 100%.

Questo investimento è considerato strategico non solo per il rilancio dell'economia ma anche per la creazione di almeno un milione di posti di lavoro: per un valore complessivo di 850 miliardi di euro, entro il 2015.