Stampanti

Un nuovo bug di Windows 11 da problemi con alcune stampanti

Ultimamente non sembra correre buon sangue tra il sistema operativo di Microsoft e le stampanti funzionanti in rete: dopo l’aggiornamento di sicurezza per Windows 10 che presentava un bug che impediva l’accesso alle stampanti collegate in rete, un problema simile ha iniziato a presentarsi anche su Windows 11. Questa volta sembra che il problema riguardi la fase di installazione delle stampanti in rete, quando la procedura viene eseguita effettuando l’accesso ai server tramite connessioni HTTP, ma lo stesso problema sembrerebbe verificarsi anche con installazioni eseguite tramite l’Internet Printing Protocol (IPP).

La soluzione migliore proposta attualmente da Microsoft, in attesa di un aggiornamento che sistemi il processo di installazione automatica delle stampanti, è quella di installare i driver della stampante utilizzata in locale, copiando il pacchetto di driver da una postazione (caso aziendale) dalla quale la stampante si riesce a utilizzare correttamente. Poiché il bug sembra aver colpito sia versioni client che server di Windows, ecco una lista completa degli aggiornamenti incriminati:

  • Client: Windows 10 21H1; Windows 10 20H2; Windows 10 2004; Windows 10 1909; Windows 10 1809; Windows 10 1607; Windows 10 Enterprise 2015 LTSB; Windows 8.1; Windows 7 SP1; Windows 11 21H2;
  • Server: Windows Server 2022; Windows Server 20H2; Windows Server 2004; Windows Server 1909; Windows Server 1809; Windows Server 2016; Windows Server 2012; Windows Server 2008 SP2;

Mentre Microsoft lavora al prossimo aggiornamento che, tra le varie cose, punta a risolvere questo bug relativo all’installazione delle stampanti, ha dichiarato che è possibile, per tutti gli utenti che utilizzano ancora versioni precedenti di Windows (compresi Windows 10 e Windows Server 2022), installare l’aggiornamento “October Patch Tuesday” per risolvere temporaneamente il problema.

Credit: Microsoft
Windows 11

L’unica spiegazione plausibile, come racconta Microsoft, è che questo problema derivi da un errore nella costruzione del file di dati che contiene le proprietà della stampante. Di conseguenza, tutti i client che ricevono questo file corrotto, non saranno in grado di utilizzarlo correttamente e applicheranno dunque le impostazioni di stampa di default. Ciò spiega il perché i server che utilizzano le impostazioni di stampa standard non sono stati colpiti dal problema, che sembra essersi verificato solo nel caso di impostazioni di stampa personalizzate.

Tom’s vi segnala l’ottimo HUAWEI MateBook D15 attualmente in offerta su Amazon!